AGOSTO – Costituzione articolo 3 comma 1 e… le uova sono tutte uova?

Riceviamo e pubblichiamo.

“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” (Costituzione articolo 3 comma 1): sino a pochi giorni fa pensavo fosse ancora in vigore, poi mi sono ricreduto.
Il fatto recente che una ragazza di colore, cittadina italiana, a Moncalieri, sia stata bersagliata da un lancio di uova mi ha colpito e mi è molto dispiaciuto dover constatare che dei ragazzi di buona famiglia abbiano compiuto un gesto simile.
Sono stato altrettanto colpito dal comportamento della stampa, dei media in genere, e della strumentalizzazione politica che ne è subito nata.



Mi è spiaciuto che nessun scalpore sia sorto quando, in precedenza, ad essere colpiti, nello stesso modo, sono stati pensionati e signore di pelle “bianca”, per loro non ci sono stati servizi televisivi e nessun politico si è scomodato, come mai?
Siccome sono abbastanza vecchio, quelle uova mi hanno portato alla memoria altre uova, sicuramente più nobili, politicamente corrette, lanciate cinquant’anni fa, davanti alla Scala, all’indirizzo degli odiati borghesi, da coloro che oggi si sono indignati SOLO per quelle indirizzate alla cittadina italiana di pelle nera.
Poveri noi, quando si comincia a distinguere anche la “qualità” delle uova a seconda del culo della gallina da cui sono state deposte, a mio avviso, siamo ben oltre il “razzismo”.
Auguri a tutti, ne abbiamo bisogno!

Lettera firmata

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.