“Vittone: Architetture e dintorni”, aperture straordinarie. Da Carignano, con il santuario Valinotto e l’Ospizio di Carità, a Piobesi, alla scoperta delle sue opere

La riapertura del Santuario del Valinotto, dopo gli importanti restauri sostenuti dalla Compagnia di San Paolo e curati dal Consorzio San Luca, hanno dato nuova linfa al turismo carignanese. “Dal giorno dell’inaugurazione (27 maggio 2017) a fine dicembre 2017, i volontari dell’associazione Progetto Cultura e Turismo – sottolinea il presidente Paolo Castagno – hanno accompagnato ben 1204 visitatori; da gennaio ad agosto 2018, i turisti sono stati 772: e non solo provenienti dal Piemonte, ma anche da altre Regioni o dall’estero (Ginevra, Vienna, Cordoba, Aquisgrana, Bruxelles, Mosca). E le prenotazioni per l’autunno fioccano”.

L’Associazione ha così pensato ad aperture straordinarie delle opere progettate dal grande architetto Bernardo Antonio Vittone nel XVIII secolo, per dare l’opportunità di visitare architetture raramente aperte al pubblico: un itinerario che consente di apprezzare appieno l’inventiva di questo geniale artista. L’itinerario, denominato “Vittone: Architetture e dintorni”, si apre domenica 14 ottobre, con l’apertura della Cappella del Valinotto, straordinaria architettura che fonde la pittura con l’arditezza della spettacolare volta, in cui la luce gioca un ruolo importantissimo.
Domenica 21 ottobre sarà aperto l’Ospizio di Carità, dove per la prima volta Vittone opera lo scavo della volta, con ardite soluzioni architettoniche.




Domenica 28 ottobre il percorso si chiude con la visita alla chiesa Spirito Santo di Piobesi Torinese, dove nel 1763 Vittone progettò gli stalli del coro: scolpiti con pochissime varianti rispetto ai disegni originali da un abile artigiano vigonese. Fu lo storico dell’arte Walter Canavesio, nel 1996, a riconoscere negli stalli di Piobesi l’opera disegnata da Vittone e conservata in un importante fondo archivistico.
Tutte le visite iniziano alle ore 14 e si concludono alle ore 18 (partenza ultima visita ore 17.30). Per sostenere l’Associazione, è richiesto un obolo di 2 euro a persona (gratuito fino a 16 anni). Per informazioni: tel. 338.1452945.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.