CARIGNANO – La Sagra del Ciapinabò è anche Ecofesta, con il Covar14 educazione ambientale e raccolta differenziata

 

Una manifestazione sempre verde la  Sagra del Ciapinabò, che da venerdì 12 a domenica 14 ottobre, animerà Carignano con iniziative dedicate al versatile tubero. Come negli ultimi anni infatti, anche la 27esima edizione dell’evento, grazie al supporto di Covar14, riserva particolare attenzione all’ambiente e si
caratterizza come ecofesta riconosciuta dal Consorzio che si occupa della gestione dei rifiuti sul territorio.
Nelle aree dedicate alle attività di ristorazione sono allestite le postazioni per la raccolta differenziata, ben visibili e presidiate dai tecnici ambientali di Achab Group, incaricati da Covar14 per dare indicazioni ai visitatori su come dividere correttamente stoviglie e scarti di cibo.
Particolare attenzione è riservata alla raccolto dell’olio alimentare usato in cucina, dove cuochi e volontari vengono sensibilizzati per far crescere l’attenzione sui comportamenti più corretti a favore dell’ambiente.
Allo stand di Covar14 gli animatori danno informazioni sulle buone pratiche e rispondono ai dubbi, ma sono disponibili anche solo per una chiacchierata su quanto si può fare per migliorare qualità e quantità dei rifiuti avviati al riciclo.




 In collaborazione con l’associazione TraMe e i richiedenti asilo, coordinati dal gruppo carignanese, sono previsti momenti di animazione, con distribuzione di opuscoli e materiale informativo, sia nella piazza dedicata allo street food sia nel
giardino di Villa Bona.
In vie e piazze che sono teatro dell’evento è prevista l’affissione di locandine e l’allestimento di strutture mobili, che sottolineano il carattere ecologico della Sagra.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.