“Io non rischio – Buone pratiche di protezione civile”. Sabato e domenica in 14 piazze del Piemonte

“Io non rischio” anche n quattordici piazze del Piemonte, tra cui Torino, Carmagnola, Moncalieri, Asti e Cuneo: sabato 13 e domenica 14 ottobre il volontariato di Protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica incontrano i cittadini per informarli sui rischi naturali che interessano il nostro Paese e per diffondere la cultura della prevenzione tramite la nuova edizione di “Io non rischio – Buone pratiche di protezione civile”.
I punti informativi su alluvioni, terremoti e maremoti saranno attivi nelle seguenti città : a Torino in piazza San Carlo,  a cura di Croce Verde Torino, Circolo Legambiente Protezione civile Piemonte e l’Unione Nazionale Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali; a Carmagnola (sabato e domenica) in piazza Sant’Agostino a cura del gruppo Emergenza Radio Carmagnola Volontari Protezione Civile Pegaso; a Moncalieri, Frazione Tetti Piatti (sabato e domenica) a cura del Gruppo Trasmissioni Protezione civilealluvione; ad Alessandria in Piazzetta della Lega Lombarda, a cura di Associazione Radiantistica CBOM, Associazione Due Fiumi e Gruppo comunale di Protezione civile; a Biella presso il centro commerciale “Gli Orsi” a cura del gruppo Comunale di Protezione civile;  ad Ovada in piazza San Francesco (sabato) e nel Palazzetto dello Sport di Castelletto d’Orba (domenica) a cura della Pubblica Assistenza Croce Verde Ovadese; ad Asti in piazza San Secondo (sabato) a cura della locale sezione dell’Associazione Nazionale Alpini; a Cuneo (sabato) in piazza Galimberti e Saluzzo (domenica) in corso Italia a cura dei volontari di Psicologi per i Popoli Piemonte e dell’Unione Nazionale Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali; a Novara (sabato) in Piazza della Repubblica a cura dell’associazione U.V.E.R.P., Unità Volontaria Emergenza Regionale Piemontese; a Verbania (sabato) in piazza Ranzoni a cura dei volontari del Gruppo comunale di Protezione civile;  a Giaveno sabato in piazza San Lorenzo e a Sangano domenica in piazza Matta a cura della Croce Rossa di Giaveno.
Aggiornamenti: www.regione.piemonte.it/protezionecivile/ e @ProCivPiemonte
“Come sempre in Piemonte il mondo del volontariato di Protezione civile aderisce con impegno e interesse a questa campagna di divulgazione delle buone pratiche per migliorare la resilienza della popolazione – commenta l’assessore regionale alla Protezione civile, Alberto Valmaggia – In questi due giorni emerge la professionalità comunicativa dei volontari, che accompagnano i cittadini in un percorso di conoscenza dei rischi per migliorare l’autotutela, impegno auspicato anche dal nuovo codice di Protezione civile. I volontari sempre impegnati in un ciclo continuo di formazione per rispondere alle emergenze, dimostrando grandi capacità di intervento a livello locale, nazionale ed europeo, si esercitano costantemente, anche, a diffondere la cultura della prevenzione per accrescere la consapevolezza in una cittadinanza attiva”.




“Io non rischio”, campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico, è promossa dal Dipartimento della Protezione civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

Sul sito ufficiale della campagna  “Io non rischio” è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.