NOVEMBRE – I nostri lettori ci scrivono

I Talenti del Futuro
per bambini e ragazzi
con disabilità

Siamo i genitori di alcuni bambini e ragazzi con disabilità.
Ci stiamo adoperando per creare un’associazione in cui i nostri figli possano trascorrere del tempo in modo sereno, divertendosi e rapportandosi con i loro coetanei.
Il nostro progetto include la collaborazione di personale qualificato, che coordinerà un centro diurno, attività di arteterapia, musicoterapia, attività creative e ludiche, laboratori scuola.
E’ previsto anche uno spazio psicologico per genitori.
La nostra Associazione può offrire inoltre un momento di aggregazione per genitori accomunati dalle medesime problematiche.
Le famiglie che intendono accedere alle attività dell’Associazione possono richiedere informazioni attraverso un incontro conoscitivo, durante il quale verranno accolti da professionisti.
Inizialmente la nostra sede operativa sarà a Carmagnola (Salsasio) in via Mussetti 12/b.
Noi e i nostri ragazzi vi aspettiamo numerosi all’inaugurazione della nostra Associazione Onlus “I Talenti del Futuro”, che si terrà sabato 1 dicembre alle ore 21, presso l’Oratorio della chiesa Beata Enrichetta, in via Bergamina, Carmagnola.
Per informazioni :Giusi (presidente Associazione) tel. 338.2505611; tel. Simonetta 339.7313525; e-mail italentidelfuturo@gmail.com.

Lettera firmata



Scuola dell’infanzia
e genitori preoccupati

Nella versione on-line di questo giornale ad inizio ottobre abbiamo pubblicato una lettera relativa a problematiche nell’avvio dell’anno scolastico presso l’Istituto Comprensivo (IC) di Carignano (infanzia, primaria e secondaria di primo grado). In particolare una sezione della scuola dell’infanzia, a causa dell’assenza di insegnanti e di una discutibile modalità di gestione del periodo transitorio, si è trovata in una situazione di disagio aggravata dall’impossibilità di ottenere risposte ufficiali da parte della dirigenza scolastica alle loro richieste formali inviate tramite mail e PEC. Tale situazione è culminata lunedì 8 ottobre con una “manifestazione simbolica” (nessun bambino presente in aula) organizzata in maniera autonoma dalle famiglie della succitata sezione a cui è seguita, finalmente, una risposta della dirigenza scolastica pubblicata sul sito web dell’IC in cui si legge tra l’altro “[…] A tutt’oggi continuiamo a convocare personale docente ai quali assegnare i posti resisi disponibili ma senza alcun risultato. […] Nulla può la dirigenza, se dopo avere assegnato un docente di ruolo nell’a.s. 17/18, la stessa ha chiesto e ottenuto il trasferimento presso altra Istituzione scolastica.”
Fortunatamente sembra che la criticità si sia (per quest’anno) risolta. Tuttavia, considerando che vicende simili si sono manifestate in tutto l’IC negli ultimi anni, vorremmo continuare a stimolare la discussione al fine di arginare il fenomeno della “fuga dei docenti” e del “rifiuto” da parte di molti insegnanti convocati, così come era stato messo in luce nella precedente lettera inviata al giornale:
“[…] l’assenza di insegnanti di ruolo ed i ritardi nelle nomine sono problematiche presenti nelle scuole di tutta Italia, ma ci sembra che nel nostro Comune siano tematiche particolarmente gravose a causa di un nutrito gruppo di insegnati (maestri / professori) che negli ultimi anni ha chiesto il trasferimento in altri plessi scolastici e dal fatto che pochi degli insegnanti “nominabili” abbiano fatto richiesta per lavorare nelle nostre scuole. C’è da domandarsi il motivo.”
Sappiamo che Carignano è un comune di medie dimensioni a 20 km da Torino, servita da linee di trasporto pubbliche e dotata dei principali servizi. Non possono essere solo cause di natura logistica a scoraggiare molti insegnanti a lavorare nel nostro comune.
In conclusione, ci auguriamo che questa nostra riflessione, che abbiamo deciso di condividere pubblicamente con tutta la cittadinanza, stimoli tutti i soggetti interessati ad intraprendere un nuovo percorso costruttivo e di confronto reciproco che porti a capire quali sono le reali cause di questa situazione e favorisca la proposizione di azioni migliorative nel lungo periodo per il bene di tutti gli studenti carignanesi.

Lettera firmata

Ama Carmagnola
e territorio,
nuove collaborazioni
crescono

Il territorio carmagnolese ha dato prova, nei mesi scorsi, della propria sensibilità ed attenzione alle problematiche legate all’invecchiamento ed alla perdita delle abilità cognitive e fisiche.
A settembre, presso il Palazzetto comunale di Carmagnola, in occasione del I Memorial Micky Spina, organizzato dall’associazione sportiva dilettantistica Elledì Carmagnola C5, si è realizzata una raccolta fondi per la nostra associazione,. Ancora una volta la generosità dei presenti al torneo di calcio a 5 ha fatto sì che sia stata raccolta una cospicua somma, 850 euro, a dimostrazione di come sia possibile coniugare lo sport con l’impegno sociale.
Un importante progetto proposto dal Presidio Soci Coop di Carmagnola ha preso avvio nell’estate, coinvolgendo il I e II Istituto Comprensivo ( ex scuole elementari e medie ). Il 21 settembre, in occasione della giornata mondiale Alzheimer, presso il cinema teatro Elios, dopo la presentazione a cura della coordinatrice Annarita Damiano, che ha introdotto la tematica della giornata, 200 alunni di quarta e quinta elementare e prima media hanno ascoltato alcune letture, interpretate simpaticamente e vivacemente dallo scrittore carmagnolese Gian Antonio Bertalmia; inoltre i ragazzi hanno assistito alla proiezione di due cortometraggi che, insieme alle letture, hanno indotto in loro pensieri e domande sull’alzheimer.
Ai ragazzi è stato inoltre proposto un laboratorio espressivo-creativo, coordinato da un’educatrice della cooperativa Educazione al Consumo di Coop, che li ha stimolati nella produzione di pensieri ed elaborati manuali.
L’interesse dei bambini è stato notevole, grazie anche all’ottimo lavoro degli insegnanti che hanno saputo preparare adeguatamente gli alunni e motivarli all’incontro, nonché alla sapiente introduzione e conduzione della signora Damiano. Al termine dell’incontro a ciascun partecipante è stato offerto un saporito omaggio dal Presidio Soci Coop.
Il progetto si è chiuso il 12 ottobre con una cena della solidarietà, presso Casa Frisco, resa possibile dal lavoro ed impegno dei volontari dell’associazione Karmadonne e dall’organizzazione e fornitura dei prodotti generosamente offerti dal Presidio: il ricavato della cena è stato devoluto alla nostra associazione.
Il presidente Ama afferma: “La realizzazione di questi progetti rinsalda i vincoli tra l’associazione, il territorio ed i nuovi partner, la cui collaborazione si è dimostrata motore indispensabile per la buona riuscita degli eventi. Non solo, ma grazie a questi momenti pubblici, è stato possibile divulgare le attività che l’associazione realizza nel corso dell’anno e che diventano sempre più importanti e possibili grazie al contributo ed alla solidarietà di molti. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento al Presidio Soci Coop di Carmagnola, alle insegnanti dei due Comprensivi scolastici, al signor Bertalmia, all’associazione Elledì Carmagnola C5 ed ai suoi tifosi, all’associazione Karmadonne ed in ultimo, ma non ultimi, ai geriatri Livia Fiorio e Diego Persico che da sempre collaborano con la nostra associazione, supportandoci ed aiutandoci a realizzare al meglio le nostre attività.
Infine un grazie di cuore a tutti quanti hanno reso possibile questi eventi e a tutti i commensali della cena di solidarietà. Il devoluto sarà utilizzato per il mantenimento e l’implemento dei servizi da noi offerti al territorio.”
Il prossimo appuntamento aperto al pubblico del Cafè Alzheimer è in programma sabato 17 novembre, ore 15-17: Roberto Lasagna, medico legale, affronterà il tema “Aspetti medico legali della gestione dell’anziano non autosufficiente”. Gli incontri si svolgono presso il Punto Alzheimer di Carmagnola (presso I.CON.A’, via don Giuseppe Pipino già via T.Tasso) e sono gratuiti e liberi a tutti.

AMA – Carmagnola
Associazione Malati Alzheimer

“E io pago…”

Parafrasando ciò che un grande comico ha detto più volte in modo ironico, vorrei sottoporre all’attenzione dei diretti interessati lo stato in cui vengono “pulite” le strade di Carignano da pare degli addetti alla raccolta. Noi tutti paghiamo la raccolta differenziata, ottima cosa, ma se le strade rimangono nelle condizioni documentate dalle foto allegate, forse chi di dovere dovrebbe fornire agli addetti almeno una scopa per finalizzare al meglio il lavoro.
Lavoro sicuramente non proprio piacevole ma comunque, almeno di questi tempi, un lavoro, utile a tutti se fatto con professionalità. E io pago…

Lettera firmata

Una voce
dall’Istituto
Faccio-Frichieri
di Carignano

Il primo ottobre ci siamo ritrovati nel salone delle feste per festeggiare San Remigio e l’ingresso ufficiale di don Giuseppe che viene a sostituire don Bilò. In mattinata don Giuseppe ha fatto il trasloco dalla parrocchia e la sera stessa ha celebrato la sua prima messa.
Nel pomeriggio del lunedì di San Remigio e festa patronale il nostro amico Gerardo Maggiore ha suonato e cantato fino alle 17, ora di inizio della Santa Messa.
Il 5 ottobre Michele Chiaramello ha voluto festeggiare con tutti noi i suoi 90 anni, molto ben portati, con dolci e torta, sempre graditi.
Michele fa parte di quel gruppo di uomini che è sempre presente alle nostre attività, trovandosi a suo agio in nostra compagnia.
A distanza di cinque giorni anche l’ospite Desolina Putetto ha voluto festeggiare in nostra compagnia i suoi 90 anni. A vederla le daresti non più di 80 anni. E’ tanto cara e modesta che si fa voler bene da tutti. E’ molto brava nel colorare anche se ha sempre paura di non fare abbastanza bene. Peccato che a quest’ultimo evento non abbia potuto partecipare perché ero a letto con un’influenza intestinale e ho solo potuto sapere come è andata attraverso i commenti dalle amiche; in compenso le educatrici le hanno portato un mio disegno con gli auguri da parte mia.
Sabato 27 ottobre Valentina e Luciana hanno replicato in loro numero di musica e danza (questa volta con due esibizioni) per ringraziarci per l’entusiasmo dimostrato quindici giorni prima per la loro esibizione a sorpresa.
Il 7 novembre la cuoca Lidia ci ha invitati tutti nel salone per festeggiare con noi il suo addio all’Istituto Frichieri. Ci lascia per andare in pensione dopo una vita trascorsa nelle cucine a preparare pranzi e cene per novanta ospiti.
Tanti auguri Lidia e grazie della tua disponibilità. Meriti un po’ di riposo. Ora potrai dedicarti alla tua famiglia con tranquillità e se qualche volta passerai a trovarci ci farai cosa gradita.
Pensa  che ora sarò solo più io a chiamarmi Lidia in tutto l’Istituto!
Arrivederci alla prossima.

Lidia Dettoni

Ultime notizie
dalla Fondazione
Cronici Quaranta
di Carignano

Residenza Sanitaria Assistenziale e… tante altre cose (via San Remigio). Le attività di supporto alla normale e dovuta assistenza continuano; ci siamo lasciati a settembre con un’ipotesi di “una gitarella fuoriporta”.
A metà mese, grazie all’adesione e alla partecipazione dei parenti e dei volontari alla clemenza del tempo e delle temperature, si sono accompagnati ben 14 ospiti a visitare lo zoo di Cumiana per una divertente visita allo Zoom Torino.
La gita – che, confesso, destava una certa preoccupazione per la complessità logistica ed organizzativa che doveva garantire assoluta sicurezza nel trasporto, assistenza sanitaria, pasti idonei e idratazione – ha avuto un successo con grande soddisfazione degli Ospiti che hanno subito, al rientro, chiesto una nuova uscita, e degli accompagnatori che, pur affaticati dallo spingere le carrozzine lungo l’ondulato percorso di visita, sono scesi dal pullman provati ma con un sorriso.
Con la presente non solo per dar conto di un’iniziativa straordinaria, i cui esiti sono ampiamente documentati dalle fotografie esposte nella nostra struttura, ma soprattutto per ringraziare i nostri operatori socio-sanitari: Carmela, Deborah, Elena, Gabriella e Stefano, che ha seguito il pullman con un mezzo di suppuro per il trasporto delle carrozzine e delle bevande, i volontari Giovanna e Primo che si sono assunti anche l’onere del costo, la Croce Rossa di Carignano che ha messo a disposizione, per l’intera visita, i propri volontari ed un mezzo per intervenire in eventuali urgenze.
Ora, con la stagione fredda che si avvicina, sono riprese le attività in struttura, inaugurate con una grigliata (naturalmente proporzionata alle possibilità di acquisizione degli ospiti) a pranzo ed in concomitanza della festività di San Remigio, tenuta sul nostro terrazzo dove quasi tutti i nostri ospiti hanno potuto utilizzare i tavoli e le poltrone, ricavate dai bancali dismessi e poste sotto il nuovo gazebo come già riferito lo scorso mese.
Seguirà, tra qualche giorno, la ormai consolidata e tradizionale “castagnata”.
Naturalmente tutte le attività “straordinarie” sono rese possibili solo dalla presenza di parenti, volontari e personale, che spesso opera gratuitamente oltre l’orario di lavoro; a quanti hanno reso, rendono e vorranno partecipare per rendere possibile una migliore qualità di vita ai nostri ospiti va il più sentito ringraziamento dell’intera amministrazione della Fondazione Quaranta.

Carlo Merlo
Presidente Fondazione Quaranta



Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.