Commercianti senza associazione, a Carignano l’Ucap chiude

L’Ucap chiude i battenti. Carignano perde l’associazione dei commercianti
 Un addio annunciato che ora ha il carattere dell’ufficialità: con l’anno nuovo Carignano perde un’associazione, una di quelle che pesano. L’Ucap – Unione Commercianti Artigiani e Professionisti di Carignano, dopo quasi vent’anni di onorato servizio e di successi, cessa l’attività. Per stanchezza, per mancanza di ricambio generazionale, per le difficoltà legate al piccolo commercio e anche per quelle burocratiche; ultima, in ordine di tempo, l’introduzione della fatturazione elettronica con le inevitabili complicazioni, che ha dato il colpo di grazia ad una realtà sempre più in affanno. Una concomitanza di cause che ha costretto a gettare la spugna, anche se molto a malincuore e dopo innumerevoli tentativi per trovare una soluzione e continuare.

Luci e ombre. Pierluigi Bertello, il presidente, nel comunicare la notizia, si sofferma sulle prime, elencando con giustificato orgoglio le tante iniziative che hanno contribuito a far brillare Carignano: “E’ stata sempre un’associazione di categoria molto attiva e, grazie all’entusiasmo e all’impegno dei suoi soci, ha ideato e organizzato numerosi prpgetti. Si è inventata lo Spuntino Pirotecnico per la sera dei fuochi d’artificio in chiusura della festa patronale di San Remigio e ha portato avanti la tradizione della Mangialonga e le Serate del Bollito durante i festeggiamenti del Carnevale, con la partecipazione di molti commercianti. Per alcuni anni ha organizzato a Natale una ricca lotteria regalando premi di varia natura, tra cui viaggi e automobili. Negli ultimi anni ha lanciato la manifestazione estiva Come Eravamo e la giornata-evento Aspettando Natale, proposte molto apprezzate dai carignanesi e non solo. Abbiamo naturalmente svolto anche l’attività più strettamente attinente al sostegno dei soci: come i corsi di formazione tra cui quelli di Primo Soccorso e Antincendio e attività di Prevenzione”. Tra i fiori all’occhiello proprio il giornale dalle cui pagine scriviamo: “Nei tempi d’oro siamo stati noi a fondare il mensile “Da Carignano – Ieri Oggi Domanii”, che allora veniva distribuito in ogni casa. Dal 2017 ha cambiato proprietà ma lo sentiamo sempre un po’ nostro. Alcuni anni fa, inoltre, abbiamo dato vita all’Ucap Centro Città: un circuito legato alla Carignano Card per fidelizzare i clienti dando loro uno sconto sugli acquisti”.

E’arrivato il momento dei ringraziamenti: “L’Associazione ha collaborato proficuamente e lavorato in sintonia e molto bene con le varie Amministrazioni comunali succedutesi in questi due decenni e con le altre Associazioni del territorio, dando vita a manifestazioni di richiamo che si sono consolidate nel tempo. I membri del direttivo dell’Ucap rivolgono a tutti un grazie profondamente sentito, per la fiducia riposta e la collaborazione offerta”.



Bertello conclude con una nota di ottimismo e di incoraggiamento che suona anche come un passaggio di testimone: “L’augurio più grande che rivolgiamo a tutta la Comunità è che presto una nuova generazione di commercianti, artigiani e professionisti riparta con la stessa voglia e lo stesso entusiasmo che abbiamo avuto noi vent’anni fa, per rendere Carignano una città sempre migliore”. Nuova linfa e nuove idee per continuare a dare il proprio contributo affiancando le tante realtà, vecchie e consolidate e di più recente costituzione e in fase di crescita, che lavorano per fare di Carignano un luogo dove è bello vivere.
Il sindaco Giorgio Albertino così commenta la notizia: “Mi spiace molto che un’associazione che raggruppa buona parte dei commercianti locali e anche artigiani e professionisti concluda la propria esperienza; mi preme ringraziarli per quello che hanno fatto in tutti questi anni, con noi c’è sempre stata un’ottima collaborazione e la massima disponibilità, abbiamo chiuso in bellezza con la manifestazione di dicembre e con le luci di Natale, iniziative che comunque, insieme alle altre, continueremo a sostenere. Abbiamo sempre appprezzato il loro impegno e gli sforzi compiuti per mantenere il commercio carignanese, pur nelle difficoltà che questo settore sta attraversando a livello mondiale, basti pensare alla concorrenza delle vendite online. Ci auguriamo che tutte le manifestazioni e attività avviate dall’Ucap possano proseguire e noi assicuriamo la nostra collaborazione con tutti, auspichiamo che continui ad esserci qualche rappresentante di riferimento con cui dialogare. I nostri rapporti con i commercianti non cambiano, avremo sempre un occhio di riguardo per questa componente così importante della nostra città”.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.