EUROPEE, REGIONALI, AMMINISTRATIVE 2019 – Pubblicità elettorale su “Ieri Oggi Domani”

EUROPEE, REGIONALI, AMMINISTRATIVE 2019
Pubblicità elettorale su “Ieri Oggi Domani”
Codice di autoregolamentazione

L’associazione MonVisioni nella sua qualità di editore di “Ieri Oggi Domani – Cronache, arte e cultura sul filo del Po” in attuazione della legge n. 28 del 22 febbraio 2000, come modificata dalla legge 6 novembre 2003 n. 213 ed in ottemperanza al deliberando provvedimento dell’AGCOM, nell’ambito della propria autonomia comunica che è disponibile a pubblicare nella versione mensile cartacea messaggi elettorali a pagamento per le elezioni europee, regionali e amministrative 2019.



MODALITA’ E CONDIZIONI
– Tutti i messaggi elettorali dovranno indicare il soggetto politico committente e dovranno recare la dicitura: “Messaggio politico elettorale” in conformità con la legge che regolamenta la vendita degli spazi pubblicitari per propaganda elettorale e nel rispetto delle delibere adottate dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni della Repubblica Italiana.
– Gli spazi di propaganda saranno offerti a tutti i partiti, a tutte le liste e a tutti i singoli candidati che ne facciano richiesta.
– Eventuali richieste di concorrenti relative alla pubblicazione nella stessa data e nella stessa collocazione saranno soddisfatte secondo l’ordine cronologico di richiesta.
– In caso di alleanze, ogni partito sarà considerato in modo autonomo.
– Le prenotazioni e la consegna del materiale sarà possibile fino all’ultimo giorno del mese precedente quello delle elezioni.
– Sono ammesse soltanto le forme di messaggio politico elettorale previste dalla normativa vigente e dalle deliberazioni dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni: a) annunci di dibattiti, tavole rotonde, conferenze, discorsi; b) pubblicazioni destinate alla presentazione dei programmi delle liste, dei gruppi di candidati e dei candidati; c) pubblicazioni di confronto tra più candidati.
– Si ricorda che è vietata la pubblicazione e la trasmissione di qualsiasi messaggio elettorale nel giorno precedente (un minuto dopo la mezzanotte) ed in quello stabilito per le votazioni (esempio: se le votazioni sono previste per la domenica, l’ultimo giorno di trasmissione sarà fino alla mezzanotte del venerdì).
– Per prendere visione delle tariffe e delle misure (uguali per tutti i committenti) e per richieste di informazioni e di pubblicazione di messaggi di propaganda elettorale a pagamento è necessario contattare la redazione via email: redazione@ierioggidomani.it.
I prezzi saranno fissi e non negoziabili. Non sono previsti né sconti, né diritti d’Agenzia.
– Il committente si assume la responsabilità esclusiva (civile e penale) di quanto affermato e dichiarato nello spazio autogestito sollevando la testata giornalistica “Ieri Oggi Domani” da ogni responsabilità. Non saranno accettate inserzioni dal contenuto testuale o grafico difformi da quanto stabilito da tutte le norme di Legge e dalle disposizioni dell’Autorità Garante per le Comunicazioni vigenti in materia e successive norme attuative regolamentari. Peraltro, “Ieri Oggi Domani” si riserva di verificare i contenuti ed i corredi grafici dei messaggi e, ove ritenuti gli stessi difformi dalle previsioni normative sopra citate, potrà rifiutarne la pubblicazione.
– Sarà cura del committente fornire a “Ieri Oggi Domani” il materiale informativo e grafico già elaborato e predisposto per la stampa attraverso e-mail o con consegna diretta in tempo utile.
– Il pagamento, in un’unica soluzione, dovrà essere anticipato e avverrà quindi contestualmente alla formalizzazione degli spazi, dietro regolare fattura.
Per informazioni e prenotazioni contattare la Redazone scrivendo a redazione@ierioggidomani.it.
La pubblicazione di spazi promozionali, redazionali, interviste o altro non vincola in alcun modo la linea editoriale del giornale che dunque, in ogni caso, rimarca la propria autonomia in vista delle prossime tornate elettorale. La stessa testata si riserva, come sempre, la massima libertà decisionale nella pubblicazione di commenti politici.
Il giornale non riceve fondi pubblici né ha mai percepito finanziamenti agevolati o a fondo perduto. Nessun ente pubblico ha mai concesso contributi. Solo la pubblicità è a pagamento.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.