APRILE – “Ricordi sbocciavan le viole”

viole

Aprile

“Ricordi sbocciavan le viole / con le nostre parole: / “Non ci lasceremo mai mai e poi mai”. / Vorrei dirti ora le stesse cose / ma come fan presto amore / ad appassir le rose / così per noi / L’amore che strappa i capelli / è perduto ormai / non resta che qualche svogliata carezza e un po’ di tenerezza / E quando ti troverai in mano / quei fiori appassiti / al sole d’un aprile / ormai lontano li rimpiangerai”.

Da “La canzone dell’amore perduto”, 1966  (Fabrizio De Andè)

FABRIZIO DE ANDRE’, POESIA E MUSICA OLTRE IL TEMPO – Le parole di ogni mese – De Andrè, poesia e musica oltre il tempo



Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.