La “città meravigliosa” a Villastellone. Código Rio de Janeiro, mostra fotografica di Roberto Tarallo Giovando

Código Rio de Janeiro Roberto Tarallo Giovando

“Ciò che conta non è l’architettura ma la vita,
gli amici, la famiglia e questo mondo ingiusto
che dobbiamo cambiare” (Oscar Niemeyer)

“Código Rio de Janeiro”, codici per leggere e interpretare Rio de Janeiro, non una città qualunque e certo non soltanto la seconda città del Brasile dopo San Paolo: la “cidade maravilhosa” si spalanca davanti a voi in tutta la sua vivida bellezza, e vi viene incontro, dalle pagine rutilanti di colori di un libro di fotografie. Le stesse gioiose immagini che, da sabato 1 a sabato 15 giugno, saranno esposte nella chiesa di Santa Croce a Villastellone (via Ermanno Cossolo 0/1) e in forma diffusa al Gran Bar (via E.Cossolo 1), al Royal Bar (via E.Cossolo 111), al Caffè del Conforto (piazza Martiri della Libertà 5) e da Rané Workers Coworking (largo Stazione 2). Inaugurazione sabato 1 giugno, ore 17-20. Ingresso libero.

Código Rio de Janeiro Roberto Tarallo Giovando Código Rio de Janeiro Roberto Tarallo Giovando

Fa  tappa qui, dopo essere stata presentata a Torino in diverse sedi dal 2016 a oggi, la mostra “Código Rio de Janeiro. Fotografia contemporanea popolare” del villastellonese RobertoTarallo Giovando, regista, fotografo e artista: l’energia, i colori, i sorrisi, gli occhi dei carioca ci vengono incontro, con tutta la loro contagiosa vitalità in un mostra emotiva e accogliente, che propone in stampe di grande formato una selezione degli scatti che compongono il caleidoscopico e omonimo progetto, frutto dei quattro viaggi compiuti dall’autore a Rio dal 2008 al 2016, per un totale di cinque mesi di vita nella Città Meravigliosa.

Il progetto fotografico, coordinato e supportato dall’associazione culturale Codigo Mundi, si è concretizzato nel volume “Código Rio de Janeiro. Fotografia contemporanea popolare” (Prinp – Editoria d’arte, 2017; www.prinp.com).



Punto di partenza e molla creativa sono stati l’ossessione, il desiderio, il piacere e l’amore, come spiega Roberto Tarallo Giovando, che si definisce “generatore digitale di immagini e sogni nel presente post-industriale”: “L’ossessione di raccontare con un progetto artistico il codice eccitante di Rio de Janeiro, il codice meticcio della Città Meravigliosa; la costante insaziabile ossessione di realizzare con istinto l’immagine perfetta, semplice, poetica, curiosa”.

Lo sviluppo di questa idea ha avuto come esito finale un volume piacevole, divertente, con elementi sociologici, politici, a carattere sperimentale: immagini, testi e autorevoli contributi con cui raccontare Rio, trasmettere e condividerne la bellezza assorbita durante i viaggi in Brasile e di diffonderne il modello, il codice, la mappa umana.

Fonti di ispirazione le opere “Rio de Janeiro: cronaca di una città troppo eccitante” di Ruy Castro e “Mappa Mundi” di Domenico De Masi: “Da esse ho tratto motivazione e sostegno creativo per il progetto”, sottolinea l’autore. Un’esperienza tutt’altro che conclusa, che costituisce infatti soltanto il primo tassello di “Código Brasil”, ambizioso e impegnativo lavoro fotografico che toccherà 26 città e 26 stati federali.

“Quando ho visto per la prima volta le foto di Roberto Tarallo mi sono detto: ‘vorrei abitare in questa città’. E solo in quel momento mi resi conto che si trattava di Rio, città che vesto come la mia pelle. Vuol dire che Roberto era riuscito a mostrarmi una città differente che è esistita prima nel suo sguardo e solo lui ha visto”. (Ruy Castro)
“(…) Tarallo disegna il percorso di una fotografia segnata dal quotidiano e svincolata da facili estetismi e mode. Vitale e sincera, essa cattura la forza positiva, l’energia e il dinamismo di una umanità variegata e meticcia, non con l’artificio, ma con spontaneità e interesse per ogni donna o uomo incontrati, ancora prima con lo sguardo, che con l’obbiettivo della macchina fotografica. Naturalistica e popolare, la fotografia di Tarallo è un lavoro che non si esaurisce nel puro documento, bensì ha una valenza antropologica, quasi cinematografica, nel trasformare volti e situazioni d’occasione in immagini d’autore”. (Gian Alberto Farinella)

Le opere dal libro sono stata esposte per la prima volta nel 2016 a Torino in quattro sedi (Conserveria, Tre Galli, Casa Mad, Axtra Galleria; inaugurazione 15 dicembre); successivamente una selezione di fotografie è stata tra l’altro proposta in una mostra dal titolo “Rio Regio – I colori di Rio de Janeiro alle porte di Regio Parco” (Torino, Casa Soana; Regio Parco-Barriera di Milano; aprile-maggio 2017), direzione artistica di Giovanni Spada.

La mostra a Villastellone è realizzata in collaborazione con il Centro Studi Santa Croce e con l’associazione culturale MonVisioni; media partner “Ieri Oggi Domani – Cronache,e arte e cultura sul filo del Po” – www.ierioggidomani.it.

Código Rio de Janeiro / Codice Rio de Janeiro. Fotografia contemporanea popolare. Opere fotografiche di Roberto Tarallo Giovando. Villastelllone, chiesa di Santa Croce – Centro Studi Santa Croce (via Ermanno Cossolo 0/1). Da sabato 1 a sabato 15 giugno 2019. Orari di apertura: lunedì 10.30-12.30, da martedì a sabato 16.30-19.30, domenica 10.30-12.30. Inaugurazione sabato 1 giugno, ore 17-20. Ingresso libero.
Per ulteriori informazioni: tel. 349.6655005 – 339.5621645.

Rberto Tarallo Giovando

ROBERTO TARALLO GIOVANDO è nato a Villastellone (Torino) nel 1959. Regista, fotografo e artista, dal 2008 vive e lavora tra Torino, Villastellone, Cintano Canavese e Rio de Janeiro. “Código Rio de Janeiro” è il suo ultimo progetto di “ozio creativo”, primo tassello di “Código Brasil” attualmente in lavorazione. Tra gli altri progetti in fase di realizzazione: “Giacomo Avataneo. Operaio, ciclista, poeta, documentario indipendente; “1959. Il carattere immaturo del cittadino”, lungometraggio di finzione e intrattenimento a carattere sperimentale; “Antonio e Pupi Avati. Raccontare con il cinema cinquant’anni di storia”, con foto di Roberto Tarallo Giovando da “Dichiarazioni d’amore” e “Il testimone dello sposo”, intervista di Tarallo a Antonio e Pupi Avati e testi di Antonello Sarno e Alberto Decostanzi; di prossima apertura a Cintano Canavese The Art Book Room, con la collaborazione di Alex Cella e Rita Ferrero, spazio privato peri cittadini che amano le arti: pittura, cinema, fotografia, poesia, scultura; nei giorni della mostra, al 22° Festival CinemAmbiente di Torino – Rassegna Panorama Internazionale (31 maggio – 5 giugno) viene presentato “Rare”, documentario indipendente ideato e realizzato da Furio Busignani in collaborazione con Roberto Tarallo Giovando; fotografie di Roberto Tarallo Giovando, musiche di Roberto Rizzi, con la voce di Fabio Farrronato.

Código Rio de Janeiro Roberto Tarallo Giovando

IL LIBRO. Roberto Tarallo Giovando, “Código Rio de Janeiro” (Edizioni Prinp 2017 – www.prinp.com).Testi di Ruy Castro, Mario Guglielminetti, Mirko Novellati Caldera, Maria Elena Marchetti, Gian Alberto Farinella, Roberto Tarallo Giovando. Progetto e fotografie Roberto Tarallo Giovando. Design grafico e impaginazione Cristina Iurissevich. Traduzioni Felipe Becker.

 

 

 

NELLE IMMAGINI ALCUNE FOTOGRAFIE IN MOSTRA

1. Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” – Carnaval folly – Op.1000 Samba Luz 20 2016
2. Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” – Sambodromo Sapucaí – Op.7 semplicidade 2016
3. Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” – Mauá mergulho amanhã reale digitale – Op.87 un consapevole futuro post industriale 2016
4. Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” – Stanco alsambodromo ma ancora rapido -op.51 Between the eyes and smile 2016
5. Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” – Quando hai una Ferrari devi accelerare – Op.19 mirante Leblon 2016
6. Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” – Forme del genio al Sambodromo Sapucaì natura Niemeyer – Op. 59 un italiano a Rio 2014
7. Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” – Santa Teresa da Onibus – Op.100 Sintesi Umana Pittorica- 2016
8.- Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” – Carnaval folly – Op. 1000 Samba Luz 2016
9. Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” -Paradiso comunale etico sociale Op. 55 Promenade-Flamengo 2014
10. Roberto Tarallo Giovando – “Código Rio de Janeiro” – Sambodromo Sapucaí -Op-101 sinfonia per un mondo post-industriale il tuo sangue ci salverà 2016




Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.