Monfortinjazz a Monforte d’Alba, cinque memorabili serate con grandi artisti internazionali




Monfortinjazz 2019

Marcus Miller (martedì 9 luglio), Graham Nash (sabato 12 luglio), Calexico and Iron&Wine (venerdì 26 luglio), Xavier Rudd (domenica 28 luglio), Mario Biondi (sabato 3 agosto) sono i nomi in cartellone al festival Monfortinjazz 2019. Cinque date per cinque serate che si annunciano memorabili.

Monforte d’Alba (Cuneo), nel cuore delle Langhe piemontesi e patria di grandissimi produttori di Barolo, ospita ogni anno all’’auditorium Horszowsky (via del Carretto 16), situato sulla sommità dell’antico borgo medievale, molti ed apprezzarti protagonisti della scena musicale internazionale dando vita ad  appuntamento unico nel suo genereQualità artistica e raffinatezza degli interpreti si fondono nel programma di “Monfortinjazz and more” per offrire ad un pubblico sempre più internazionale, colto e preparato una suggestione irripetibile.
L’auditorium all’aperto sfrutta una cavea naturale posta tra l’antica torre campanaria in alto ,l’oratorio di Sant’Agostino sulla sinistra ed in basso ,a fare da sfondo al palco ,le mura del castello Scarampi e l’oratorio di Santa Elisabetta.
L’auditorium è stato intitolato nel 1986 al grande pianista russo Horszowski in occasione di un suo memorabile concerto.
L’acustica ,proprio per la particolare conformazione ,è ottima e così pure la visibilità’ da ogni ogni punto della cavea: tutto questo in uno spazio così raccolto rende i concerti un’esperienza unica e suggestiva per gli spettatori e per i grandissimi artisti i che, dal 1976, si sono esibiti sul palco.

Marcus Miller – Martedì 9 luglio (a causa maltempo il concerto si svolgerà ad Alba, teatro sociale “Giorgio Busca”, piazza Vittorio Veneto 3). Marcus Miller, sessantenne musicista di New York, ha messo il suo basso e la sua sapienza musicale, qualche volta anche come produttore, al servizio dei più grandi: da David Sanborn a Miles Davis, un album con Michael Petrucciani e collaborazioni con Eric Clapton, Aretha Franklin, Jay-Z, Elton John, George Benson, Herbie Hancock e Wayne Shorter.. Nel concerto di Monfortinjazz presenterà, insieme al meglio della sua musica, le composizioni parte dell’ultimo album, “Laid Back”: il basso protagonista di un live di grande classe e nel quale convivono le mille sfumature che tracciano un percorso fra jazz, fusion e funk. Pochi possono vantare una carriera straordinaria in campo artistico come GRAHAM NASH. Tantissime le sue canzoni passate alla storia come colonna sonora dell’ultimo mezzo secolo, prima con gli Hollies e poi con Crosby, Stills e Young, fino a “This Path Tonight”(2016) la sua ultima fatica discografica.



Graham Nash -Sabato 12 luglio. Graham Nash è stata una voce sempre a sostegno della giustizia sociale e ambientale, basta ricordare gli indimenticabili concerti di No Nukes contro l’energia nucleare di tutto il mondo, oltre a quelli a favore dei soccorsi umanitari in Giappone nel 2011 fino a quelli di Occupy Wall Street nel Lower Manhattan. Nel settembre 2013, Nash ha pubblicato la sua tanto attesa autobiografia “Wild Tales”, che offre uno sguardo avvincente e senza esclusione di colpi, sulla sua straordinaria carriera e la sua musica che ha definito più di una generazione.

Calexico and Iron&Wine – Venerdì 26 luglio. La prima connessione artistica tra i Calexico, Joey Burns e John Convertino, e Iron&wine, nome d’arte per Sam Beam, avvenne nel 2005 con l’Ep ” in the Reins”. L’acclamata collaborazione ha permesso di raggiungere un ampio pubblico e ha ampliato gli orizzonti artistici di Sam Beam, è stata però soprattutto l’esperienza di condivisione del tour che ha cementato il loro legame.. Per gli anni successivi hanno continuato a restare in contatto pur seguendo ognuno la propria strada, parlando spesso di riaccendere la loro collaborazione in studio o sul palco. Questo fino all’anno scorso, quando sono riusciti ad allineare i loro programmi dando vita a questa nuova collaborazione che ha generato l’album “Years to Burn”.. Dopo 14 anni torneranno sul palco insieme per suonare le canzoni incluse nel loro Ep “In the Reins”, oltre ad alcune nuove composizioni e brani selezionati dal repertorio di entrambi.

Xavier Rudd – Domenica 28 luglio. Per Xavier Rudd, talentuoso polistrumentista australiano, scrivere musica e vivere la vita sono la stessa cosa. Lui stesso quando parla del suo sublime indie-folk sostiene: “ Sto solo letteralmente cantando a proposito di cose che accadono intorno a me”. Attivista, ambientalista, vegano, spiritualista, amante del surf e dei viaggi in campeggio con la famiglia; ognuna di queste sue componenti esistenziali viene sapientemente inserita nelle sue canzoni e da qui scaturisce un suono personale in grado di colpire delle note universali.
Il suo ultimo album “Storm Boy” racchiude perfettamente questa idea. Sono passati sei anni dall’ultima pubblicazione solista di Rudd, Spirit Bird, e molte cose sono successe in questo periodo. Storm Boy segue gli ultimi cinque/sei anni del suo viaggio, il suo “risveglio” e tutte le cose che “hanno avuto senso” lungo la strada.

Mario Biondi – Sabato 3 agosto. Una carriera impressionante: dodici dischi di platino, tre dischi d’oro, due partecipazioni a San Remo, tournée internazionali e infiniti concerti sold out. Collaborazioni artistiche con artisti come Ray Charles, Pino Daniele, gli Incognito, Renato Zero, Marcella Bella, Chaka Kahn, Al Jarreau, i Pooh, Earth Wind & Fire, Claudio Baglioni, ed infine, ultimo ma non ultimo: Burt Bacharach che per lui ha appositamente scritto Something that was beautiful. È una delle più belle voci maschili a livello internazionale e con l’ultimo album di inediti, Brasil, ha stupito tutti con un nuovo sound che si discosta dal jazz-soul delle origini: un vero e proprio viaggio nelle sfaccettature della musica brasiliana, con il feeling, l’eleganza e il groove della sua musica, che getta un ponte tra Memphis e Sudamerica, senza rinunciare a un pizzico di italianità.

Biglietti:  in prevendita on line  circuiti Mailticket, TicketOne, VivaTicket; a Monforte d’Alba presso Monforte Tourist Office, Osteria La Salita e Edicola Bruno.

Per informazioni e programma Monfortinjazz 2019 : www.monfortinjazz.it, info@monfortinjazz.it

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.