POSTA DI LUGLIO – I nostri lettori ci scrivono

Posta di luglio

Posta di luglio. Le lettere pubblicate su IERI OGGI DOMANI, versione stampa.

Istituto Comprensivo
di Carignano… ma che coralità!

Gentile Redazione,
sono il nonno di una ragazza della scuola secondaria di primo grado che fa parte del Coro scolastico dell’Istituto Comprensivo di Carignano, composto esclusivamente da alunni di quarta e quinta elementare e di prima media, diretto dal professore Andrea Antonielli il quale sta portando avanti già da alcuni anni questa bellissima realtà della quale ne avete parlato diffusamente sul sito del vostro giornale con la lettera “Nuovo coro scolastico a Carignano e concerto martedì 4 giugno, quando la musica fa bene al cuore!” pubblicata in data 28 maggio 2019.



Leggendo poi l’edizione cartacea di Ieri Oggi Domani di maggio 2019, apprendo che esiste anche il Piccolo Coro dell’Istituto Comprensivo di Carignano nato da un progetto composto dai bambini di alcune classi della scuola dell’Infanzia e una classe seconda della Scuola Primaria diretto dal maestro Sinti.
Bellissima iniziativa. L’unica cosa che non mi è ben chiara è se si tratta di un secondo coro dell’Istituto composto esclusivamente da bambini frequentanti le classi di cui sopra oppure di un coro cittadino aperto a tutti, in quanto, come riportato dalla lettera, risulta composto da gran parte degli alunni coinvolti nel progetto iniziale e dai fratellini e le sorelline di alcuni di essi e che inoltre vi è la possibilità, per chiunque ne sia interessato, di farne parte contattando il Maestro.
La mia è una curiosità da appassionato di cori.
Grazie.

Un nonno curioso
(lettera firmata)

A proposito di cani

“Danza dei cani” a tutte le ore. Sono un pensionato, abito da settantacinque anni nella zona periferica nord di Carignano, dove sono stati costruiti condomini, ville, case a schiera, ecc.
Vorrei descrivere un lunedì di giugno 2019. Ore 6.35: passa il camion della raccolta rifiuti e lì incomincia la danza dei cani fino al momento della sua ripartenza. Ore 7: dopo la sveglia delle 6.35 entrano in scena nella via i cani accompagnati per i loro bisogni ed allora inizia la seconda danza del cane. Ore 7.30: rientro dalla passeggiata canina, passa la banda delle camminatrici, a turno fino alle ore 8.30 ed allora siamo alla terza danza dei cani che le accompagnano con ululati e abbaiamenti.
Ore 9: incominciano a passare personaggi che vanno nei giardini dietro a un condominio, allora quarta danza, ecc. Fino alle ore 11.30-12 circa, dopodiché tutto si ferma perché arrivano i padroni dei cani della zona e allora fino a quando non è finita la pennichella quotidiana tutto è tranquillo. Ore 14: passa il postino, quinta danza fino al termine del passaggio.Ore 16: vado in bicicletta, passando da via Madonnina, è incomincia lo spettacolo delle deiezioni per tutta la strada (il cane è intelligente, e il padrone?). Ore 16: seconda passeggiata pomeridiana con il cane, arriva la sesta danza. Ora di cena: tutto tranquillo. Dalle ore 21 alle 23: passeggio ininterrotto di cani, cagnolini, cagnette e chi più ne ha più ne metta, con sorprese mattutine di pisciate sui muri e deiezioni sulla strada da raccogliere.
Preciso che sono amico degli animali, anch’io ho avuto un cane e ne sono consapevole però… non stiamo esagerando?
I cani residenti nella zona sono una ventina.
Buon riposo pensionato…
Lettera firmata

Rispetto, civiltà
e animali

Sono una carignanese che risiede in un vicolo privato nelle vicinanze della chiesetta della Madonnina.
Vorrei chiedere ai signori possessori di cani di essere più civili e rispettosi, che questo vicolo non è luogo dove portare i loro animali a fare i lori bisogni.
Ricordo che a nessuno farebbe piacere trovare i loro “ricordini” davanti alla propria casa.
Il rispetto delle parti comuni e private è alla base della civiltà delle persone.

Lettera firmata

Una voce dall’Istituto
Faccio-Frichieri
di Carignano

Giugno è arrivato e ormai passato con un tempo ballerino: un giorno da piena estate e un altro quasi autunnale. Qui a Carignano siamo stati ancora fortunati, forse perché l’arco delle Alpi ci ripara, ma nel resto dell’Italia, da nord asSud, acquazzoni, grandine, tornadi che abbattono gli alberi come se fossero birilli, con danni alle colture, frutta distrutta… un vero disastro!
Qui all’Istituto la vita ha seguito il suo ritmo normale, salvo qualche ospitata veramente gradita, come i ragazzi della scuola di ballo del maestro Ilario Parise che si sono esibiti in balli latino-americani, mercoledì 29 maggio nel salone delle feste, elegantissimi nei loro costumi più belli. Sono stati applauditissimi e molto graditi.
Sabato 8 giugno, nel salone delle feste, i genitori della Scuola Materna “Ronco” di Carmagnola si sono esibiti in “Pinocchio per tutti”, ed essendo genitori molto giovani hanno fatto la loro bella figura.
E’ pure venuto un gruppo di pargoletti delle Materne di Carignano con la loro maestra Silvia, sempre vulcanica con le sue trovate. Con balletti e canti ci hanno intrattenuto per una buona ora e ci hanno lasciati felici con il nostro omaggio di farfalle e frutti (questo è l’anno della frutta).
I piccoli sono sempre felici di venire a trovare i nonni, perché sanno che non andranno mai via a mani vuote. Stiamo già ritagliando alcuni frutti sui cartoncini per il prossimo gruppo (mele, pere, uva, spicchi di anguria, ecc…)
Intorno a metà giugno è stata anche messa in funzione l’aria condizionata, così stiamo meglio sia di giorno sia di notte.
Arrivederci alla prossima,

Lidia Dettoni

Questa  la posta di luglio, pubblicata anche nella versione stampa. Inviate le vostre lettere con nome, cognome, recapito telefonico e firma a ierioggidomani17@gmail.com I testi anonimi non vengono presi in considerazione.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.