Pro Loco pronta a partire. Il 2018 comincia con Cantè j’Euv; appello per la sede

E’ pronto a partire con molteplici attività il Direttivo della Pro Loco Carignano, rinnovato a fine 2017 per un triennio con la conferma di tutti gli undici consiglieri, con presidente Daniele Bosio, vice presidente Alessandro Pejretti, segretaria Nadia Tonda Turo e tesoriere Renato Pautasso.
Motivo di vanto per i ragazzi di Carignano è avere ospitato a febbraio in Municipio, nella Sala del Consiglio, la riunione delle Pro loco dei Bacini turistici del Po Sud e del Pinerolese, con argomenti di stretta attualità come la sicurezza durante gli eventi e la nuova normativa Scia. Presenti i dirigenti delle Pro Loco di zona, il segretario provinciale Unpli Marina Vittone, il presidente Unpli Torino Fabrizio Ricciardi, i delegati dei bacini turistici interessati Ezio Bertello e Marco Vignolo e il presidente dell’Unpli Piemonte Giuliano Degiovanni, oltre al vicesindaco Tonino Papa in rappresentanza del Comune di Carignano.
Nel frattempo inizia la parte operativa, come racconta il consigliere Massimo Gioetti “Ci stiamo preparando per la prima grande manifestazione dell’anno, il Cantè J’Euv, che si terrà il 24 marzo a Ceresole d’Alba. Per noi un’occasione speciale per partecipare ad un evento che raccoglie oltre venimila presenze ogni anno. Cucineremo le nostre costine appese e abbiamo organizzato dei bus per i molti carignanesi che ogni anno prendono parte a questa festa tradizionale piemontese”.
Come promesso lo scorso anno, la Pro Loco continua ad ampliare i suoi orizzonti e ha messo in calendario per giugno un soggiorno a Cattolica al quale sono aperte le iscrizioni proprio in queste settimane

A breve sarà pronto e definito l’intero programma annuale; intanto sono confermate la Festa di Mezza Estate a luglio e la Festa dle Masche a settembre, ma si lavora fitto per proseguire nella collaborazione con la Compagnia Teatrale Fric Filo 2 e le associazioni carignanesi e lavrare insieme ad altre iniziative.
Per concludere il presidente Bosio rivolge un appello all’Amministrazione comunale: “Stiamo dialogando con il Comune da circa un anno, non abbiamo richiesto alcun contributo economico per il 2017 pur portando in piazza alcuni eventi di assoluta rilevanza. Siamo però ancora in attesa di una risposta per quanto riguarda la possibilità di avere uno spazio, un magazzino o un garage perché l’associazione sta investendo in strutture per migliorare nella sua proposizione di eventi a Carignano e ci sembra molto limitante e complesso doverci affidare alla bontà dei privati per riporre il materiale. Questo oltretutto provoca sprechi di tempo e una cattiva gestione delle risorse, per cui ci auguriamo che, come detto a settembre dal sindaco Giorgio Albertino in occasione della presentazione della Festa dle Masche, si possa trovare insieme una soluzione”.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.