ASL TO5 – Nuove sale operatorie per il Santa Croce. Lavori conclusi e inaugurazione all’ospedale di Moncalieri

Terminati i lavori, l’ospedale di Moncalieri inaugura oggi, giovedì 5 aprile alle ore 15.30,  le nuove sale operatorie e la nuova gamma camera SPECT/TC del Servizio di Medicina Nucleare . Il taglio del nastro  riguarda il nuovo blocco operatorio, il nuovo servizio di otorinolaringoiatria e il servizio di endoscopia dell’ospedale Santa Croce di Moncalieri.

A fare gli onori di casa il direttore generale Massimo Uberti; parteciperanno Sergio Chiamparino presidente della Regione Piemonte, Antonio Saitta assessore Regionale alla Sanità, Paolo Montagna sindaco della Città di Moncalieri. E’ stata invitata la Compagnia San Paolo.

I lavori effettuati dall’Asl TO5 si sono conclusi nei giorni scorsi:  sono state progettate e costruite tre nuove sale operatorie con locali connessi e nuovo servizio di sterilizzazione, ricollocati e ammodernati i servizi di otorinolaringoiatria ed endoscopia (quest’ultimo in funzione già dalla scorsa estate), già realizzata e attivata la sala dell’emergenza, ai cui lavori è stata data precedenza per poter garantire il prima possibile il trattamento delle emergenze chirurgiche di Pronto soccorso.
Il costo complessivo di tutti i lavori è stato pari ai 2,9 milioni di euro preventivati, senza sforamenti di spesa e comprendendo anche il rinnovamento totale di tutte le attrezzature del blocco operatorio.
“Questo intervento era assolutamente necessario – commenta l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta – Non realizzare le nuove sale avrebbe portato alla chiusura dell’ospedale di Moncalieri, sia per ragioni normative sia per ragioni di sicurezza delle cure, e dunque all’interruzione dei servizi. Servizi che in futuro verranno ulteriormente rafforzati con l’entrata in funzione del nuovo ospedale unico dell’Asl TO5”.
Le attività nei nuovi reparti saranno avviate per la seconda metà di aprile, al termine della bonifica finale e della sterilizzazione del blocco operatorio.

Condividi questo articolo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.