MONCALIERI – Autori tra i libri: lo storico Gianni Oliva presenta “Il caso Moro” e “Torino anni di piombo”

Proseguono gli appuntamenti 2018 della ventennale rassegna “Autori tra i libri” organizzata dalla biblioteca “A. Arduino” di Moncalieri. Giovedì 3 maggio alle ore 17.30, presso la Biblioteca (via Cavour 31) , lo storico Gianni Oliva presenta i suoi due ultimi lavori “Il caso Moro. La battaglia persa di una guerra vinta” e “Torino anni di piombo (1973-1982), Edizioni del Capricorno.
L’ingresso è libero.

“Il caso Moro. La battaglia persa di una guerra vinta” è la ricostruzione del contesto politico in cui si svolge la vicenda, la cronaca giorno per giorno del
sequestro, la strategia della comunicazione usata dai terroristi, le lettere scritte da Moro nei 55 giorni di prigionia, la difficile risposta dello Stato, la «strategia della fermezza» e le aperture alla trattativa con le BR, il tragico epilogo. Senza tralasciare i «misteri» e le numerose tesi complottiste (prive, a oggi, di adeguati riscontri processuali) elaborate negli anni. Un libro rigoroso e tuttavia di grande forza narrativa ed emotiva, scritto per i tanti che di Moro sanno il nome e il destino, ma non ricordano i fatti e il contesto; e per quelli (ancora più numerosi) che di Moro non sanno quasi nulla, perché nati dopo e formati da una scuola in cui la storia antica è più in onore di quella contemporanea. Un libro di divulgazione scientifica, con uno straordinario apparato iconografico capace di ricreare l’atmosfera che le parole raccontano.

“Torino anni di piombo (1973-1982)” racconta i dieci anni che segnano in maniera indelebile la storia recente del nostro Paese. Gli anni in cui Torino, più ancora delle altri grandi città italiane, diventa la protagonista assoluta della lotta armata fra il terrorismo di sinistra e lo Stato. La città, in quel decennio, paga un prezzo altissimo, in termini di conflittualità quotidiana, di paura collettiva e soprattutto di vittime della follia omicida dei brigatisti. Con stile rigoroso Gianni Oliva ricostruisce il clima dell’epoca e la cronaca quotidiana della città dal 1969 al 1982: dagli atti iniziali delle Brigate Rosse alla progressiva escalation della violenza, dalla nascita di altri gruppi terroristici come Prima Linea al ruolo delle amministrazioni locali, dalla riorganizzazione delle forze dell’ordine alla reazione dello Stato e di quella che oggi chiameremmo «società civile». Fino alla sconfitta del terrore. Luoghi, eventi, protagonisti, immagini e parole degli anni di piombo a Torino..

Gianni Oliva, storico, giornalista e politico italiano, studioso del Novecento, da anni si occupa degli aspetti meno indagati della storia nazionale, in particolare dei nodi irrisolti del 1943-48. Da Mondadori ha pubblicato, fra gli altri, La resa dei conti(1999), Foibe (2002), Le tre Italie del 1943 (2004), Profughi (2005), Si ammazza troppo poco (2006), L’ombra nera (2007), Soldati e ufficiali (2009), Esuli (2011), L’Italia del silenzio (2013), Un regno che è stato grande (2013). Alle vicende della dinastia sabauda ha invece dedicato I Savoia (1998) e Duchi d’Aosta (2003). Per Edizioni del Capricorno ha pubblicato La Grande Guerra degli italiani. 1915-1918 (2015), Mussolini 1945. La fine del Fascismo (2015), L’avventura coloniale italiana. L’Africa Orientale Italiana 1885-1942 (2016), Un secolo d’immigrazione a Torino. Storia e storie dall’Ottocento a oggi (2017), Torino anni di piombo (2018) e Il caso Moro. La battaglia persa di una guerra vinta (2018).

Per informazioni: www.comune.moncalieri.to.it/biblio

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.