Consiglio regionale del Piemonte, l’XI legislatura inizia ufficialmente lunedì 1 luglio

Consiglio regionale del Piemonte Palzzo Lascaris

Si svolgerà lunedì 1° luglio alle 14.30 nell’aula di Palazzo Lascaris a Torino (via Alfieri 15)  l’insediamento del Consiglio regionale dell’XI legislatura eletto il 26 maggio scorso. La seduta sarà presieduta dal membro del Consiglio più anziano di età, assistito dai due membri più giovani, che svolgono le funzioni di segretari.
Saranno poi effettuate le surroghe di chi ha esercitato l’opzione in quanto eletto in due liste con la proclamazione dei consiglieri subentranti.
Si procederà quindi all’elezione dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, composto da presidente, due vice presidenti e tre segretari.
L’Ufficio di presidenza deve essere composto in modo da assicurare la rappresentanza delle minoranze, pertanto un vicepresidente e un segretario dovranno essere espressi dalle minoranze.



L’elezione del presidente del Consiglio avrà luogo a scrutinio segreto a maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio. Se nessuno ottiene tale maggioranza, si procederà a una votazione di ballottaggio fra coloro che hanno ottenuto il maggior numero di voti. In caso di parità, sarà eletto il più anziano di età. Eletto il presidente, si procederà, a scrutinio segreto, all’elezione di due vicepresidenti. Ciascun membro del Consiglio vota un solo candidato.
Successivamente, a scrutinio segreto, saranno eletti i consiglieri segretari. Ciascun membro del Consiglio voterà per non più di due candidati. Verranno eletti rispettivamente vicepresidenti e segretari coloro che hanno ottenuto il maggior numero di voti.
Dopo il discorso inaugurale del presidente del Consiglio regionale, il presidente della Giunta Alberto Cirio presenterà la Giunta regionale e illustrerà il programma di governo.
A Palazzo Lascaris siederanno 33 consiglieri di centrodestra, compreso il presidente, 13 di centrosinistra e 5 del Movimento 5 stelle.
Per la maggioranza i leghisti saranno 17 (2 da Alessandria, 1 da Asti, 1 da Biella, 2 da Cuneo, 2 da Novara, 7 da Torino, 1 dal Vco, 1 da Vercelli); Forza Italia avrà 3 consiglieri (1 da Cuneo, 2 da Torino), 2 Fratelli d’Italia (1 da Cuneo, 1 da Torino). A questi 22 vanno aggiunti i 10 del listino e il Presidente.
Per il centrosinistra, al Partito democratico vanno 9 seggi (1 Alessandria, 1 Cuneo, 1 Novara, 6 Torino); tutti eletti a Torino gli altri consiglieri, 1 Chiamparino per il Piemonte, 1 Leu, 1 Moderati). E’ eletto anche il candidato presidente Sergio Chiamparino, che prende il seggio che andrebbe a Più Europa.

I rappresentanti dei M5s, invece, arriveranno 1 da Alessandria, 1 da Cuneo e 3 da Torino.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.