Claudia Torta al “Bobbio”, Rosa Forlenza all’Istituto Comprensivo, Carignano dà il benvenuto alle nuove presidi e saluta Franco Zanet e Liliana Savino che vanno in pensione

Passaggio di consegne all'Istituto comprensivo e all'Istituto Bobbio di Carignano

Franco Zanet e Liliana Savino  cedono il timone a Claudia Torta e Rosa Forlenza: passaggio del testimone negli Istituti scolastici di Carignano che, dal 1° settembre,  hanno alla guida due nuovi presidi. Anche l’Amministrazione comunale ha voluto salutare e dare il benvenuto, lo scorso venerdì 30 agosto, con una semplice e raccolta cerimonia e una piccola festa nella Sala del Consiglio in Municipio, ai dirigenti che hanno concluso  e  ai loro successori.
Il dirigente dell’Istituto di Istruzione superiore “Norberto Bobbio” (Liceo e Alberghiero),  professor Zanet, e la dirigente dell’Istituto Comprensivo (scuola dell’infanzia, elementari e medie,) professoressa Savino, lasciano le loro scuole per raggiunti limiti di servizio. Al loro posto sono state nominate  rispettivamente la professoressa Claudia Torta, già dirigente dell’Alberghiero “Colombatto” di Torino, e la docente vincitrice di concorso neo immessa in ruolo, Rosa Forlenza, già insegnante alla Scuola Primaria di Candiolo, che non ha potuto partecipare all’incontro en quanto convocata all’Ufficio Scolastico proprio per la firma del contratto.



Il sindaco di Carignano, Giorgio Albertino, ha espresso il vivo apprezzamento dell’Amministrazione per l’impegno profuso in questi anni dai dirigenti Zanet e Savino a vantaggio dell’intera comunità. Oggi le due scuole insieme contano oltre 2500 allievi e rappresentano, oltre che una realtà occupazionale significativa (circa duecentocinquanta tra insegnanti e personale non docente), due poli formativi di spiccata qualità; l’Istituto Superiore, con le sue due anime, liceale e professionale, attrae studenti dai comuni circostanti grazie ad una ricca offerta formativa, attenta anche al contrasto alla dispersione scolastica e all’educazione degli adulti, con il neonato corso serale.
L’ormai ex preside del “Bobbio” Zanet ha ringraziato docenti e personale non docente, amministrazione comunale, forze dell’ordine che, come una “famiglia allargata” collaborano ogni giorno affinché si realizzi l’obiettivo principe della Scuola, ossia il successo formativo degli studenti e delle studentesse, indispensabile per la costruzione del loro futuro progetto di vita.  “Ringrazio il Sindaco, gli Assessori e l’Amministrazione tutta per questo graditissimo omaggio, per nulla scontato. In altri Paesi europei , quando un dirigente lascia la scuola, lo Stato lo ringrazia per il lavoro svolto con un piccolo riconoscimento simbolico; in Italia questo non accade, per cui ci sentiamo privilegiati per essere destinatari del vostro speciale saluto. Auguriamo alle Colleghe che prenderanno i nostri posti di poter continuare a lavorare in armonia, potendo contare anche sulla nostra fattiva collaborazione.”
“Noi ci saremo e continueremo a essere a disposizione”, ha assicurato la professoressa Savino, che ha tracciato un bilancio dei tredici anni passati a Carignano, ricchi di momenti positivi e di soddisfazioni anche se, naturalmente, è stato un lavoro complesso e impegnativo, e ha sottolineato come sia importante saper conciliare le esigenze di tutti e avere una visione di insieme per poter agire avendo come obiettivo il bene collettivo. “Di questi anni – ha detto – porterò sempre nel cuore le relazioni umane, i preziosi legami intrecciati, che vanno oltre quelli strettamente professionali”.

 

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.