“L’altra tela”: il genio di Leonardo anche nelle macchine tessili, al Filatoio di Caraglio

Leonardo da Vinci

Quale tema migliore della tessitura poteva scegliere il Filatoio di Caraglio per rendere omaggio a Leonarado da Vinci nel cinquecentenario della morte? La mostra che apre i battenti sabato 5 ottobre (Filatoio di Caraglio, via Matteotti 40; www.filatoiocaraglio.it) celebra il maestro toscano con animazioni multimediali, disegni, modelli lignei, macchine ricostruite e due torcitoi circolari da seta funzionanti unici. 
Affascinante e coinvolgente, “L’altra tela di Leonardo. Le geniali invenzioni nelle macchine tessili” sarà aperta al pubblico fino al 16 febbraio 2020.



Il grande artista si occupò della messa a punto e dell’invenzione di dispositivi e macchine per una delle attività preponderanti del suo tempo e presso il Filatoio di Caraglio i visitatori potranno vedere la riproduzione dei suoi disegni e le macchine (vere) complete di quei dispositivi sui quali si concentrò la sua mente, con un impatto notevole sulla produzione della seta per oltre duecento anni.

Leonardo da Vinci al FilatoioLeonardo fu impressionato, in particolare, dal torcitoio circolare da seta e dedicò tantissimi suoi disegni per studiarne i movimenti con variazioni incredibili. Al Filatoio ne sono stati fedelmente ricostruiti due in scala reale, perfettamente funzionanti e unici. Il torcitoio circolare da seta fu un evento quasi unico nella storia della tecnica e dell’industria: bisogna arrivare al vapore, o all’elettronica per avere trasformazioni di portata paragonabili.
La mostra dedicata a Leonardo da Vinci è suddivisa in tre sezioni. Una multimediale, che occupa le prime tre sale: attraverso video installazioni coinvolgenti, il visitatore scopre l’ingegno dell’artista nella messa a punto e nell’invenzione di dispositivi e macchine per l’arte tessile.

Leonardo da Vinci al Filatoio

Nella seconda sezione, con un allestimento particolarmente scenografico che evoca i meccanismi delle ruote dentate presenti nei disegni di Leonardo, si possono ammirare i modelli lignei di alcune macchine da lui concepite, tra cui il telaio meccanico automatico per tessitura. La terza sezione si sviluppa nei tre piani del Museo della Seta: dall’Incannatoio fino ai Baratroni, passando per i locali dei grandi Torcitoi circolari, verranno rappresentati, su grandi pannelli, gli studi di Leonardo sul miglioramento dei meccanismi e automatismi che costituiscono l’intero processo produttivo del filo di seta. Le invenzioni leonardiane visibili nel Museo e presenti nelle macchine ricostruite sono: il movimento di va e vieni del filo (zetto), che consentì di rendere più uniforme la torsione e moltiplicò la produzione a parità di tempo; il movimento a strofinacci (settori circolari) con contrappeso per garantire l’aderenza ai fusi dall’interno; la forma del “cassetto” di contenimento dell’acqua in ingresso nelle ruote idrauliche, l’albero multi rocchetto con il distributore di filo collettivo nell’incannatoia ed altri ancora.

Inaugurazione mostra Leonardo da Vinci a Caraglio
Inaugurazione sabato 5 ottobre alle ore 16. Dalle ore 17 sarà possibile visitare gratuitamente la mostra e assistere alla performance “Mille Regretz. Trame di seta sonora avvolgono Leonardo”, realizzata dall’ensemble artistico Gli invaghiti. Lo spettacolo sarà ospitato all’interno di “Ossigeno”, una molecola teatrale – un teatro itinerante, piccolo ed essenziale – situata nel cortile del Filatoio di Caraglio.
La mostra, a cura dell’architetto Aurelio Toselli, si è avvalsa del coordinamento scientifico del professore Flavio Crippa, i quali hanno studiato, progettato e realizzato la ricostruzione di tutte le macchine presenti nel Museo del Setificio Piemontese, e della collaborazione del Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, del Museo del Tessuto di Prato, del Museo Leonardiano di Vinci e del Civico Museo Abegg di Garlate.
Promossa dalla Fondazione Filatoio Rosso e dal Comune di Caraglio in co-produzione con la Fondazione Artea. È stata realizzata con il contributo della Fondazione CRT, Fondazione CRC e della Banca di Caraglio.
La mostra è inserita nelle iniziative realizzate in occasione delle celebrazioni di Leonardo che vengono comunicate sul sito web www.leonardoatorino.it a cura di Turismo Torino con la collaborazione dell’Associazione Abbonamento Musei.
“L’altra tela di Leonardo. Le geniali invenzioni nelle macchine tessili” Dal 5 ottobre 2019 al 16 febbraio 2020 Da giovedì a sabato  ore 14.30-19; domenica e festivi: 10-19. Biglietto intero euro 9 – biglietto ridotto euro  6.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.