Un buon anno di Cultura e Turismo – Nel 2019 sono aumentati i visitatori nel territorio tra Carignano e Moncalieri

Progetto Cultura e Turismo

 Il 2019 si è confermato un buon anno per il numero di visitatori che hanno potuto fruire dei servizi messi a disposizione dall’Associazione Progetto Cultura e Turismo. Grazie ad aperture ordinarie e straordinarie, eventi (quali la partecipazione al Grand Tour; alle Giornate di Primavera del FAI; a “Città e Cattedrali”, itinerario coordinata dalle Diocesi piemontesi; itinerario “Nelle Terre di Bianca di Monferrato”, ecc.), parecchi turisti hanno potuto ammirare centri storici e monumenti di grande pregio artistico e architettonico.
Progetto Cultura e Turismo collabora con vari Comuni e Associazioni di volontariato nel territorio della grande pianura a sud di Torino,compreso tra Moncalieri e Carignano.
“Progetto Cultura e Turismo – spiega il presidente, Paolo Castagno – monitora puntualmente l’accesso ai monumenti e la partecipazione agli itinerari. Nel 2019 abbiamo accolto 2496 turisti e studiosi di storia dell’arte. Parrebbe un numero piccolo, se paragonato a Torino, ma consideriamo che stiamo parlando di un’area che si sta aprendo al turismo di qualità. I nostri volontari sono molto preparati e svolgono un ottimo servizio di accoglienza e accompagnamento alla visita”. “Inoltre – sottolinea Castagno – collaboriamo con agenzie di viaggio e guide professioniste, che possono far ammirare autentici capolavori d’arte ai loro utenti”.



Tutto questo si traduce anche in un interessante indotto economico, soprattutto per i servizi di ristorazione: bar, trattorie, pizzerie, ristoranti. Vediamo ora nel dettaglio come si sono suddivisi i flussi nei vari Comuni. Carignano, 949 (a cui vanno aggiunti 280 visitatori della mostra “Volti paesaggi colori e poesia”, che hanno potuto ammirare gli interni della chiesa dei Battuti Bianchi; e i 564 visitatori e partecipanti al Laboratorio pittorico in occasione della mostra di Imelda Bassanello, allestita nella splendida cornice del Salone ex Consiliare dell’antico Municipio). Moncalieri, 300. Carmagnola (in collaborazione con la Confraternita di San Giovanni Decollato), 138. Castagnole Piemonte, 87.
Osasio, 30. Pancalieri, 173.. Piobesi Torinese, 304. Villastellone, 42. Vinovo, 140- Virle Piemonte, 333.

La chiesa dei Battuti Bianchi a Carignano iospita il concerto degli Architorti
“E questi sono soltanto coloro che abbiamo accolto direttamente noi, non si contano coloro che hanno visitato il territorio in autonomia, con guide turistiche come la Lonely Planet in mano – continua Castagno – Interessante poi studiare la mappa dei luoghi di provenienza. I visitatori sono arrivati a noi veramente da tutte le parti del mondo. Dei 2496, 74 provenivano dalla Germania, 4 dagli USA, 5 dal Brasile, 2 dal Belgio, 14 dalla Francia, 15 dalla Spagna, 4 dalla Norvegia, 2 dalla Cina, 1 dall’Olanda”.
Un risultato incoraggiante, in vista dei programmi di aperture straordinarie dei maggiori monumenti barocchi del territorio, inclusi nel Progetto “Spazi di meraviglia: tra orgoglio civico e illusione barocca”, che ha ottenuto il sostegno della Compagnia di San Paolo e di numerosi Comuni. Punto centrale del progetto sarà il santuario del Valinotto, capolavoro indiscusso del barocco Internazionale, dove nello scorso autunno si è girato uno spot promozionale con Bruno Gambarotta come attore testimonial. Da lì si irradieranno itinerari molti articolati e di grande interesse, per poter ammirare opere d’arte a volte mai aperte prima al pubblico.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.