Foibe e stragi negate degli italiani d’Istria e Dalmazia – Incontro a Vinovo in Biblioteca lunedì 17 febbraio

Le stragi negate

“Le stragi negate degli italiani d’Istria e Dalmazia” sono il tema dell’incontro con lo storico Gianni Oliva e testimonianze di Giuseppe De Caro proposto dall’Amministrazione comunale di Carignano oggi, lunedì 17 febbraio alle ore 17.30, nella Biblioteca Civica (Castello della Rovere, ingresso via San Bartolomeo 40).

L’iniziativa è stata organizzata in occasione del Giorno del Ricordo  (10 febbraio) istituito  dallo Stato  per “conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.

Gianni Oliva presenta il suo libro “Foibe – Le stragi negate degli italiani della Venezia Giulia e dell’Istria” (2017, Mondadori).Tra il maggio e il giugno 1945 migliaia di italiani della Venezia Giulia, dell’Istria e della Dalmazia vennero uccisi dall’esercito del maresciallo Tito, gettati nelle «foibe» o deportati nei campi sloveni e croati, dove morirono di stenti e malattie. In una strategia mirata a colpire chiunque si opponesse all’annessione delle terre contese alla «nuova» Jugoslavia, caddero collaborazionisti e repubblichini, membri del CLN, partigiani, comunisti, e soprattutto tanti cittadini comuni travolti dal clima di torbida violenza di quelle settimane. In questo libro intenso e inquietante Gianni Oliva ricostruisce le vicende di quei giorni in tutte le loro articolazioni politiche, militari e diplomatiche, restituendo alle «stragi negate» la loro verità dopo mezzo secolo di colpevole silenzio.

Interventi musicali di Tiberio Ferracane.

Per informazioni: Biblioteca Civica di Vinovo tel. 011.9931006 – biblioteca@comune.vinovo.to.it.




Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.