Baby parking e asili nido, censimento della Regione: Carmagnola invita i gestori di servizi per la prima infanzia a comunicare i dati tempestivamente

Servizi per la prima infanzia

La Regione Piemonte ha scritto ai Sindaci piemontesi per censire i servizi che erogano attività educative per la prima infanzia e che in questa emergenza epidemiologica stanno attraversando un momento di grande difficoltà a causa dell’obbligo di chiusura e del mancato introito delle rette. La Regione Piemonte ha inoltre necessità di censire con precisione il numero dei bambini che usufruiscono di questi servizi, per la fascia di età 0-2 e 3-6 anni a pagamento per programmare azioni di supporto a favore delle loro famiglie.

Il Comune di Carmagnola invita pertanto tutti i gestori di servizi per la prima infanzia a scrivere all’Ufficio Istruzione del Comune, utilizzando l’indirizzo email istruzione@comune.carmagnola.to.it una comunicazione che riepiloghi i seguenti dati: denominazione del servizio;tipologia del servizio (baby parking, micronido, nidi in famiglia, nido, sezioni primavera, paritaria); numero frequentanti al 31/01/2020 e numero sezioni funzionanti; capacità ricettiva: (attestata dal provvedimento di autorizzazione al funzionamento emanato dalla Commissione di Vigilanza dell’Asl competente per territorio); autorizzazione/SCIA: (indicare se il servizio è autorizzato al funzionamento oppure se è stata richiesta SCIA (nido in famiglia)); recapito telefonico della struttura

I dati devono pervenire al Comune entro il 7 aprile.

Per ulteriori informazioni: 011.9724275 – istruzione@comune.carmagnola.to.it

Commenta l’assessore all’Istruzione del Comune di Carmagnola  Alessandro Cammarata: “Invito tutti gli erogatori di servizi a comunicare i dati tempestivamente. E’ importante avere una panoramica completa dei fruitori dei servizi per la prima infanzia che in questo momento non possono usufruire di questo importantissimo servizio. Il momento è difficile sia per le famiglie, sia per le scuole e i nidi, ci auguriamo gli interventi che la Regione metterà in campo possano alleviare le problematiche del settore”.



Condividi questo articolo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.