UN CAFFE’ A… NEW YORK (prima parte) – Con Alessia Respighi

 #torneremoaviaggiare
Un caffè a… NEW YORK

Un caffè a New York

con Alessia Respighi (Ingirula Viaggi)

Prima parte

Ci hai chiesto di iniziare questo giro del mondo virtuale, ma con l’idea che torni a essere presto realtà, da New York. Perché? Perché per me New York è energia, audacia, amore per la vita. E secondo me, in questa grossa nuvola nera in cui ci troviamo, ci servono (e ci serviranno!) energia, audacia, amore per la vita.

Quante volte ci sei stata? Ad oggi siamo a quota 8 e, fidatevi, non è abbastanza! Le prime due volte le passi con il naso all’insù, ipnotizzato da vertiginose altezze, infiniti grattacieli. Le prime due volte ti stordisce, ti travolge, ti stravolge, ti ripete continuamente che ha un carattere forte; te ne innamori perdutamente, non hai scelta, ti devi arrendere. Se, come me, hai la grande fortuna di tornarci, cambia il rapporto: inizi a guardare davanti a te , a vedere le persone (e i personaggi!), ad avere tempo per sederti a Bryant Park e osservare la vita. E diventa una dipendenza!

New York è Stati Uniti?  Geograficamente sì, mentalmente dipende. Io ho avuto la fortuna di visitare diverse volte gli States, e devo dire che i Newyorkesi sono più di corsa, più competitivi, più asciutti nelle risposte (chi ha tempo?), newyorkcentrici (“Se non a NY, dove?” ti rispondono spesso ). Però sono profondamente americani nel pensiero: progettare il futuro, first. E poi sono pragmatici, diretti (per contro, poco o niente flessibili!), hanno veramente il dono della sintesi (quando abbiamo lavorato assieme: i miei fogli di lavoro tanti, e pieni di parole; i loro massimo 2!).

Una parola per descriverla?  Big. Grande. Prima volta a NYC, prima volta negli States. Ogni singolo oggetto, ogni singola persona, ogni singolo posto mi sembrava più ampio, più esteso, più vasto! Il caffè americano da Starbucks? Mi raccomando small, altrimenti non riuscirete neanche a portarlo al tavolo! Le taglie dei vestiti ? Io andavo direttamente nel reparto teenagers! L’ Empire State Building ? La prima volta continuavo a girarci intorno, senza capire di esserci sotto (nelle foto tante grazie si vede sempre dall’alto). Beh… ovviamente anche le emozioni che ti trasmette sono big! New York riesce a farmi scoppiare il cuore, sempre.
Che cosa ti colpisce di più? Il senso di libertà che si prova camminando nelle sue strade, viaggiando in metropolitana: siate ciò che siete, coraggio! E’ una metropoli che non si ferma mai alle apparenze.

UN CAFFE’ A NEW YORK Fine prima parte – continua

 

INGIRULA VIAGGI, via Valobra 103 e/f – Carmagnola (TO)
tel. 011.9715344
ingirula@inwind.itwww.ingirulaviaggi.biz

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.