Più biciclette e monopattini – Un bando della Città Metropolitana per i servizi di sharing e incentivare la micromobilità

micromobilità
La Città Metropolitana di Torino punta ad incentivare la micromobilità su tutto il territorio e interviene anche attraverso un bando. Ha infatti pubblicato un avviso pubblico per individuare gli operatori interessati a fornire servizi di sharing con biciclette tradizionali e a pedalata assistita, scooter e monopattini elettrici ai Comuni del territorio metropolitano.
L’obiettivo è quello di mettere in contatto gli operatori con i Comuni, fornendo un servizio che sia uniforme, in termini di qualità e degli obiettivi di sostenibilità. Sarà inoltre costituito un tavolo di lavoro fra Città Metropolitana, Agenzia per la mobilità piemontese e gli operatori interessati per monitorare il servizio e migliorarlo.
“La Città Metropolitana è impegnata a sviluppare politiche di contrasto all’inquinamento atmosferico, di miglioramento della qualità dell’aria, di inclusione delle aree più periferiche e per il decongestionamento del traffico e dello spazio pubblico – spiega il consigliere delegato alla pianificazione strategica Dimitri De Vita – Certamente i n quest’ottica i servizi di micromobilità sono un tassello fondamentale, sia per i grandi comuni che per quelli più piccoli, per i quali costituiscono anche strumenti di sviluppo turistico. Per questo il servizio deve fornire garanzie di qualità omogenee su tutto il territorio: la creazione di una sorta di ‘albo’ degli operatori interessati consente di incrociare meglio la domanda e l’offerta e di mantenere alto lo standard qualitativo e aderente alle necessità del territorio”. L’avviso infatti specifica i requisiti degli operatori che possono aderire, le caratteristiche dei mezzi e del servizio offerto, le condizioni vincolanti.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.