Le smagliature del tempo e del caso si trasformano in decori e diventano “Pezzi unici” – Una poesia inedita di Vera Durazzo premiata al concorso nazionale La Serpe d’Oro

Pezzi unici

di Vera Durazzo

Lento il ragazzo spingeva il carretto
cantando una melodia di terre ignote.
Sulla tuta sbiadita di blu
spiccava “kintsugi” in filo dorato
come un esile rammendo a lato del cuore.
Etichette rilucevano
d’oro d’argento di platino
su barattoli e flaconi
del restauratore ambulante
– Che cosa ripari?
chiedevano al ragazzo dagli occhi di mandorla
ricolmi
di allegra saggezza.
Indicò sul ripiano del carro
frammenti, cocci, ritagli.
– Incollo con resine e polvere d’oro
coppe, vassoi e zuppiere
tutto ciò che sembra perduto.
Persino i rottami
acquistano la nobiltà dell’arte.
– Tu modelli le cicatrici che il Tempo
ha marchiato sugli oggetti cari
agli umani, osservò una ragazza dagli occhi di luna.
– Pratico un’arte del Sol Levante
e ne catturo i raggi.
– Potresti ricomporre un cuore in frantumi,
un animo lacerato, cocci di silenzio?
– Impresa ardua: mi servono polveri d’ali di farfalle,
aculei di api, pistilli di giglio.
Sono rammendi che tu stessa puoi fare
con corde di arpa mosse dal vento
e sonagli di stelle.
Le smagliature del Tempo e del Caso
diventano decori.
Pezzi unici.

Veraa Durazzo seconda classificata ex aequo al concorso nazionale La Serpe d'Oro

Con questa poesia Vera Durazzo è risultata tra i vincitori (secondo posto ex aequo nella sezione degli amici dei Medici scrittori) dell’edizione 2020 del concorso nazionale La Serpe d’Oro dedicato alla poesia inedita e promosso dall’A.M.S.I. – Associazione Medici Scrittori Italiani.
La cerimonia di premiazione si è svolta nell’aula magna dell’Accademia di Medicina, in via Po a Torino, il 16 ottobre scorso..
“ ‘Pezzo unico’ è questa poesia: misura di un verso vibrante, teso a registrare “l’essenziale” non visto ai più – scrive Caterina Vallero – Un sostanziale talmente grande da potersi nascondere nei precordi dell’anima; micron di semplicità che sconfina nell’infinito della vita che va oltre la vita”.

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.