Rinnovabili: il piano prende forma – Le strategie ambientali e i nuovi obiettivi della Regione Piemonte

rinnovabili

Riduzione dei consumi e progressiva sostituzione dei carburanti fossili con fonti di energia rinnovabile. Questi gli obiettivi strategici del piano energetico ambientale regionale (Pear), illustrato nei giorni scorsi in Consiglio regionale dall’assessore all’Ambiente Matteo Marnati in seduta congiunta tra la quinta Commissione (presidente Angelo Dago) con la terza (presidente Claudio Leone) e a seguire con la quarta (presidente Alessandro Stecco).
Il Pear è lo strumento di pianificazione strategica in ambito energetico e ambientale della Regione, i cui indirizzi sono diretti a conseguire e superare, ove possibile, gli obiettivi indicati dalla strategia comunitaria 2020 e dal “pacchetto clima energia” 2030 in un’ottica di sostenibilità ambientale, competitività e sviluppo durevole. “Abbiamo proceduto – ha spiegato Marnati – alla sua “riassunzione”, aggiornata sotto il mero profilo del mutato quadro normativo di riferimento, lasciando invariato quello degli obiettivi, indirizzi, criteri e scenari di Piano.
A partire dalla definizione dei macro-obiettivi strategici, il Piano elegge appunto quali “obiettivi portanti” del nuovo ciclo di pianificazione energetica regionale, sia nel breve termine (2020), sia nel lungo termine (2030), la riduzione dei consumi e la progressiva sostituzione dei consumi da fonte fossile con quote crescenti di fonti rinnovabili. Ne fanno parte integrante – ha posto in evidenza l’assessore – il rapporto e il piano di monitoraggio ambientale (PMA), il parere motivato di valutazione ambientale strategica (VAS) e la dichiarazione di sintesi. Inoltre, il quadro degli allegati a supporto della proposta si è arricchito con l’aggiunta del “Rapporto statistico sull’energia in Piemonte”, in cui viene fornita un’istantanea aggiornata al 2017-2018 dei dati energetici regionali”.

 




 

Condividi questo articolo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.