Apertura straordinaria il 25 novembre per la mostra di Steve McCurry al Filatoio di Caraglio

mccurry

Apertura straordinaria della mostra “Steve McCurry. Texture”, realizzata da Fondazione Artea al Filatoio di Caraglio,  in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Venerdì 25 novembre l’esposizione resterà aperta eccezionalmente dalle 10 alle 19 e l’intero incasso sarà devoluto all’Associazione MAI+SOLE, che da quindici anni si occupa di dare ascolto, accoglienza e aiuto a donne e bambini vittime di violenza. Biglietti su ticket.it o presso la biglietteria del Filatoio (Corso Matteotti 43, Caraglio – CN). Per informazioni visitare il sitofondazioneartea.org).
“Il Filatoio, con il suo passato di fabbrica della seta, ha ospitato nei secoli centinaia di donne operaie che, per
necessità, accettavano e sostenevano condizioni di lavoro molto dure – spiega Davide De Luca, direttore della
Fondazione Artea –. Dalla struttura stessa a fortino, con mura e torri di controllo, ben si evince il tipo di
rapporto e il clima che vigevano all’interno delle manifatture e la loro organizzazione umana e lavorativa. La
storia dell’ex setificio di Caraglio parla di donne così come la mostra ‘Steve McCurry. Texture’ che oggi vive
nelle sue sale”.
Nella  Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne Artea vuole porre l’attenzione attraverso la cultura e l’apertura straordinaria della mostra “Steve McCurry. Texture” sulla condizione femminile e invita a riflettere sulle discriminazioni e violenze che, ancora oggi, le donne subiscono ogni giorno. Grazie all’acquisto del biglietto della mostra ogni visitatore potrà sostenere concretamente l’Associazione MAI+SOLE, un’associazione costituita da donne che si occupano di donne vittime di violenza fisica e psicologica.
“Steve McCurry ha da sempre avuto una particolare sensibilità nei confronti delle categorie più deboli e dello
sfruttamento a cui sono sottoposte – dichiara Biba Giacchetti, curatrice della mostra –. Nella giornata contro la
violenza sulle donne, voglio ricordare ‘Behind Closed Doors’, un progetto di documentazione svolto nel 2014
da McCurry sulle donne oggetto di violenza ed abuso da parte dei loro datori di lavoro. Violenze che talvolta
hanno avuto conseguenze fatali. Traccia di questo lavoro è reperibile nell’archivio del New York Times e nei
molti altri articoli pubblicati. Steve ed io, abbracciamo e sosteniamo il coraggio di chi sceglie di denunciare, e
di chi è pronto ad offrire rifugio. Salutiamo dunque con una totale adesione questa bella iniziativa sostenuta
dalla Fondazione Artea e da Civita a favore della associazione Mai+Sole”.
“Ringrazio la Fondazione Artea per averci coinvolti in questa iniziativa che auspico possa sviluppare nelle
persone una coscienza autocritica e combattere la cultura dell’indifferenza – dichiara Adonella Fiorito
Presidente di MAI+SOLE –. Quest’anno, per i 15 anni dalla costituzione dell’Associazione abbiamo voluto
realizzare un volume dal titolo ‘Sguardi’, senza nomi, né professioni, solo ritratti, perché tutti possiamo essere
tutto. Come ha detto una nostra cara amica: uscire dalla palude si può! L’importante è non essere soli ad
affrontare quanto si presenta sul cammino”. Il libro, il cui ricavato verrà utilizzato per accompagnare le donne
vittime di violenza verso una nuova vita, sarà in vendita il 25 novembre presso il Filatoio.

L’associazione MAI+SOLE in breve: 3 telefoni attivi 24 ore su 24; una casa di accoglienza per permettere alla
donna di riflettere in un luogo protetto e tranquillo; parte della “Rete Antiviolenza Nazionale” che risponde al
numero gratuito e poliglotta 1522 e smista le chiamate ai centri antiviolenza operativi; parte della “Rete
Antiviolenza di Cuneo”; convenzionato con l’ASLCN1 e ASL CN2. I gruppi sul territorio sono 8 e operano a
Savigliano, Cuneo, Saluzzo, Bra, Alba, Racconigi, Santo Stefano Belbo, Genola. Dal punto di vista direttamente
operativo, l’attività dell’Associazione ha sostenuto una copertura d’ascolto telefonico di 8.760 ore all’anno,
grazie all’impegno di 30 volontarie. Info: www.maipiusole.it.




 

Condividi questo articolo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.