Flashback habitat a Torino tutto l’anno

flashback corso lanza

Per i suoi dieci anni Flashback Art Fair si fa – e ci fa – un gran bel regalo: una sede il cui utilizzo non sarà più limitato ai giorni di fiera, ma esteso a tutto l’anno.

flashback corso lanza

Ginevra Pucci, Alessandro Bulgini, Stefania Poddighe

Le direttrici Ginevra Pucci e Stefania Poddighe sono infatti le prime ad usufruire dell’uso temporaneo a Torino, grazie a una delibera del Comune di giugno 2022 che consente l’utilizzo annuale temporaneo di immobili privati, per lo svolgimento di iniziative di interesse pubblico con potenziali conseguenze per il bene o l’area dal punto di vista rigenerativo.

Negli spazi del complesso di corso Giovanni Lanza 75, di proprietà del banchiere Marsaglia, composto da villa padronale, scuderie e portineria, grazie all’intervento dell’architetto Carlo Alberto de Laugier, si animerà il dialogo tra il contesto e la sua nuova funzione, con l’intento di creare una nuova identità culturale e sociale.

Con Flashback habitat, ideato dal direttore artistico Alessandro Bulgini, da sempre presenza a Torino catalizzante e irriverente con il concept Opera Viva, è ancora più manifesta la volontà dell’associazione di concretizzare ulteriori funzioni culturali da mettere a disposizione della collettività; l’habitat infatti si apre alle collaborazioni, come spiegano gli ideatori “è stato concepito come un luogo idoneo ad accogliere tutte le sfaccettature delle forme di vita – e per estensione di arte – che possiamo immaginare”.

flashback corso lanza

Attente fin dagli inizi alle esigenze della città, le fondatrici di Flashback hanno creato un format irripetibile di fiera, grazie alla sua diversa visione della storia dell’arte, unendo tra loro zone temporali diverse: antico, moderno e contemporaneo attraverso il fil rouge della sensibilità all’espressione artistica, indipendentemente dal suo anno di produzione.

“Questa decima edizione segna un passaggio importantissimo ed emozionante per la nostra realtà – hanno spiegato oggi Pucci e Poddighe durante una prima visita al cantiere che diventerà Flashback Habitat – sottolineando il nostro impegno verso l’arte e verso la Città di Torino. Condividere questo momento con tutti coloro che ci hanno seguito in questi anni, dai galleristi a tutti gli appassionati, dalle istituzioni ai nostri collaboratori, rappresenta un grande traguardo: costruiremo insieme un luogo di accoglienza creativa”.

L’immagine guida di questa decima edizione è tratta dall’opera di Bulgini Opera Viva. He.art, laddove la parola heart – cuore – contiene al suo interno la parola art – arte –. Sulle cartelle stampa oggi alla presentazione campeggiava un reticolo indefinito, che i meglio informati sostengono sia l’immagine delle arterie dello stesso Bulgini, sottoposto a liquido di contrasto. Il cuore da sempre manifesta una potente carica metaforica connessa all’immagine della rigenerazione della vita, così come rappresenta la complessità del “mondo Flashback” che individua nell’arte il motore del cambiamento, ponendo l’accento anche sulla necessità di ripensare la relazione tra centro e periferia.

flashback corso lanza

flashback corso lanza

Appuntamento dunque molto atteso da giovedì 3 a domenica 6 novembre con la fiera per scoprire la trasformazione degli spazi in corso Lanza, ma soprattutto per inaugurare una nuova pagina della realtà di Flashback e di Torino.

Emanuela Bernascone




 

Condividi questo articolo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.