Quindici borse di studio finanziate dalla Regione per i medici che restano. Specializzandi con vincolo di cinque anni in Piemonte

borse di studio per medici specializzandi

Conseguita la specializzazione, la permanenza in Piemonte dovrà essere di cinque anni: il vincolo riguarderà i medici che risulteranno assegnatari di quindici nuove borse di studio finanziate dalla Regione Piemonte.e destinate a Ortopedia (quattro), a Medicina d’urgenza (quattro), a Pediatria (quattro) e 3 ad Anestesia (tre).
“Vogliamo dare un segnale di inversione di tendenza rispetto ad una situazione – la carenza di medici specialisti nei nostri ospedali – che per troppo tempo è stata sottovalutata ed i cui effetti sono evidenti a tutti. Per il finanziamento, oltre a risorse della Regione, coinvolgeremo anche istituzioni private sensibili ad un tema di rilevante importanza per il nostro sistema sanitario” – sottolineano il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l’assessore alla Sanità,Luigi Icardi – Il vincolo dei cinque anni è per fare in modo che chi si è formato nelle sedi universitarie e negli ospedali, grazie a risorse dei cittadini piemontesi, possa poi mettere a disposizione la propria professionalità nelle strutture del Piemonte, valorizzando le risorse che la comunità spende per formare i medici”.



Le quindici borse di studio finanziate dalla Regione vanno ad aggiungersi alle 511 in totale, per l’anno accademico in corso, ottenute dal Piemonte sulla base della ripartizione nazionale (129 in più rispetto allo scorso anno).

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.