Il Comune sostiene le imprese colpite dall’emergenza Covid: contributo per la riduzione della tassa rifiuti

tassa rifiuti piano regolatore carmagnola

Per le imprese colpite dall’emergenza sanitaria arriva il contributo del Comune.  L’Amministrazione civica di Carmagnola ha deciso di sostenere le utenze non domestiche (ditte industriali, commerciali e pubblici esercizi) che hanno dovuto sospendere l’attività a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19, stabilendo un’apposita riduzione della TarI per l’anno 2020.

L’agevolazione consiste nell’erogazione di un contributo rivolto a ridurre la tassa rifiuti per il periodo in cui l’esercizio dell’attività è stato sospeso; permane l’obbligo del pagamento dei modelli F24 TARI 2020 in quanto il contributo viene erogato direttamente e non compensato negli avvisi di pagamento delle annualità successive.

Per le utenze non domestiche, rientranti fra quelle sospese a seguito dei DD.PP.CC.MM. e decreti regionali che a partire dall’8 marzo si sono susseguiti, occorre compilare l’apposita richiesta (Il modulo  è disponibile sul sito internet istituzionale www.comune.carmagnola.to.it)  ed inviarla all’ufficio protocollo (Municipio, piazza Manzoni 10)  entro il 30 novembre 2020 a mano oppure via mail all’indirizzo protocollo.carmagnola@cert.legalmail.it

Nell’istanza per la riduzione della tassa rifiuti si dovrà dichiarare:

• di rientrare tra le attività sospese di cui alle Tabelle 1a, 1b e 2 dell’Allegato A) delibera ARERA N. 158/2020;

• il periodo di chiusura ed il codice Ateco;

• di essere in regola con i pagamenti delle annualità pregresse (fino al 2018 compresa);

• di aver pagato il primo acconto TARI 2020 (con scadenza 30/9/2020).

L’ufficio tributi è a disposizione per chiarimenti: via e-mail all’indirizzo tributi@comune.carmagnola.to.it;  telefonicamente (011-97.24.241/274/199/242) nei seguenti orari: lunedì, martedì, mercoledì orario 9,00-12,00; giovedì 14,30-16,30

Il sindaco, nonché assessore ai Tributi, Ivana Gaveglio commenta: “Abbiamo deliberato questo contributo per cercare di dare un supporto alle aziende e agli esercizi che hanno subito un periodo di chiusura durante il lockdown della primavera scorsa. Il contributo verrà erogato in forma diretta, su richiesta degli esercenti che sono invitati a compilare l’apposita modulistica. Si tratta di un’iniziativa importante, per la quale abbiamo stanziato fin da marzo 100.000 euro di fondi a sostegno delle imprese e delle attività che sono state particolarmente colpite dalla crisi provocata dall’emergenza sanitaria. Crediamo sia fondamentale contribuire ad alleviare il carico fiscale di attività e imprese per dare respiro ad un’economia in affanno. il contributo va ad aggiungersi alla riduzione prevista per la quota variabile del tributo dal Consorzio Chierese per i rifiuti”.




 

Condividi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.